Giro d’Italia, 18ª tappa: Hindley trionfo spettacolare ai Laghi di Cancano, Geoghegan Hart 2°. Kelderman nuova maglia rosa! Crollano Nibali e Almeida

Hindley Stelvio Giro
Hindley vince al Parco Nazionale dello Stelvio, Geoghegan Hart alle sue spalle

Giornata da dentro e fuori. Sullo Stelvio, una serie infinita di tornanti tra spettacolo e sofferenza, la scalata al Gigante d’Europa, la Cima Coppi di tutte le Cime Coppi, incorona Jay Hindley vincitore della tappa dopo un duello bellissimo con Tao Geoghegan Hart. Oggi la Sunweb si è mossa alla perfezione: vittoria di giornata e maglia rosa con Wilco Kelderman! Tre corridori in 15″, che gran bel Giro!

Ordine d’arrivo

1HINDLEY JaySunweb6:03’03”AUS
2GEOGHEGAN HART TaoIneos GrenadierGBR
3BILBAO PelloBahrain-MCLaren+0’46”SPA
4FUGLSANG JakobAstana+1’25″DAN
5KELDERMAN WilcoSunweb+2’18”OLA
6KONRAD PatrickBora-hansgrohe+2’49”AUT
7ALMEIDA JoaoDeceuninck-Quick Step+4’51”POR
8NIBALI Vincenzo Trek-Segafredo+4’51”ITA
9PERNSTEINER HermannBahrain-MCLaren+4’51”AUT
10MASNADA FaustoDeceuninck-Quick Step+4’51″ITA

Classifica generale

1KELDERMAN WilcoSunweb 77:46’56”
2HINDLEY JaiSunweb+0’12”
3GEOGHEGAN HART TaoIneos Grenadier+0’15”
4BILLAO PelloBahrain MCLaren+1’19”
5ALMEIDA JoaoDeceuninck Quick Step+2’16”
6FUGLSANG JakobAstana+3’59″
7KONRAD PatrickBora-hansgrohe +5’40”
8NIBALI VincenzoTrek Segafredo +5’47”
9MASNADA FaustoDeceuninck Quick Step+6’46”
10PERNSTEINER Hermann Bahrain MCLaren+7’23”

16.30 Arrivano anche Almeida e Nibali con un ritardo pesantissimo: 4’51”.

16.29 Il podio virtuale del Giro dopo questa magnifica tappa! Kelderman in maglia rosa, Hindley a 12″, Geoghegan Hart a 15″.

16.28 Quarto Kelderman a 2’17”.

16.27 Terzo Pello Bilbao a 45″, quarto arriva Fuglsang a 1’25”.

VINCE HINDLEY! Geoghegan Hart 2°!

ULTIMO CHILOMETRO!

16.24 (-1,9 km) Gheoghegan Hart 1° al GPM di Torri di Fraele.

2 km all’arrivo!

16.23 (-2,2 km) Kelderman a 1’52” dalla testa della corsa.

16.21 (-2,6 km) Pello Bilbao a 35″ dai battistrada.

3 km all’arrivo!

16.20 (-3,2 km) Geoghegan Hart lancia via la borraccia, ora si decide la corsa!

4 km all’arrivo!

16.16 (-4,4 km) Da sottolineare anche la progressione di PELLO BILBAO! Lo spagnolo della Bahrain-MCLaren è a 45″ dai due leader di tappa.

16.15 (-4,9 km) Mancano 3 km al GPM di Torri di Fraele per Hindley e Geoghegan Hart.

5 km all’arrivo!

16.12 (-5,7 km) Riprende vigore ed energia la pedalata di Kelderman.

6 km all’arrivo!

16.11 (-6,5 km) Pello Bilbao si libera della compagnia di Fuglsang. Lo spagnolo sale a buon ritmo a 1’02” dal tandem al comando.

7 km all’arrivo!

16.08 (-7,2 km) Nibali sta per essere raggiungo dal gruppo maglia rosa.

16.05 (-7,5 km) Hindley non collabora. Geoghegan Hart prosegue nella sua azione decisa.

8 km all’arrivo!

16.05 (-8,2 km) Ormai Goeghegan Hart e Hindley hanno fatto il vuoto: 1’28” sugli inseguitori.

9 km all’arrivo!

16.01 (-9,5 km) KELDERMAN IN NETTA DIFFICOLTÀ! L’olandese viene raggiunto e superato da Fuglsang e Pello Bilbao.

10 km all’arrivo!

15.58 Grazie all’abbuono conquistato allo sprint intermedio Geoghegan Hart supera di 1″ in classifica Hindley.

15.56 Almeida transita ora sotto il cartello degli ultimi 15 km.

15.53 (-14,7 km) KELDERMAN PERDE TERRENO! Appena la squadra torna a salire aumenta il distacco dell’olandese dalla testa della corsa: 1’10”

15.49 (-17,4 km) Corridori lanciatissimi in discesa. Mancano 7 km all’inizio della salita. Il tutto per tutto sui pedali!

20 km all’arrivo!

15.45 (-21,5 km) Almeida al momento, scivolerebbe giù dal podio nella classifica generale. Che tappa! Bellissima e tutta da vivere!

15.43 (-23,4 km) Kelderman recupera sui battistrada: 37″ il distacco. Pello Bilbao e Fuglsang a 1’22”. Nibali a 2’40” e Almeida a 3’06”.

15.38 (-28 km) Dennis, Geoghehan Hart a Hindley all’ultimo rilevamento cronometrico hanno 42″ di vantaggio sul Kelderman, 1’30” su Pello Bilbao e Fuglsang, 2’40” su Nibali.

15.36 (29,7 km) Classifica virtuale: Kelderman maglia rosa provvisoria, Geogheghan Hart a 2’00” e Hindley a 2’01”.

15.34 (-31,4 km) Kelderman getta via la mantellina e insegue a 47″ dal trio di testa.

15.27 (-37 km) Dennis passa per primo sullo Stelvio, Kedlerman a 50”. Fuglsang e Pello Bilbao a 1’40”.

15.26 (-38 km) Hindley, Geoghegan Hart, Dennis, Kelderman a 40”, Pello Bilbao e Fuglsang a 1’38”, gruppetto Almeida a 3’23”.

15.24 (-38 km) Siamo vicini allo scollinamento. Tanta neve a bordo strada. Hindley non riesce a mettersi la mantellina e rischia di cadere dopo un tornante.

15.19 (-40 km) I tre davanti hanno 45” su Kelderman, 1’24” su Bilbao e Fuglsang, 1’50” su Nibali, 2’45” su Almeida, Majka e Konrad.

15.16 (-41 km) Masnada si stacca anche dal gruppetto di Almeida. 3 km al GPM per il terzetto di testa.

15.15 (-41 km) Continua a perdere terreno la maglia rosa: 2’30” il distacco dai tre di testa. Al momento Kelderman è ancora virtuale maglia rosa.

15.12 (-42 km) Ancora circa 4 km di scalata, i tre di testa hanno 30” su Kelderman! Nibali si stacca anche dal gruppetto Pello Bilbao/Fuglsang.

15.09 (-43 km) I tre davanti hanno 30” su Kelderman, 1’10” sul gruppo Nibali, 2′ sulla maglia rosa. Con la maglia rosa ci sono Masnada e i due Bora.

15.06 (-43 km) I tre davanti hanno una ventina di secondi su Kelderman e 1’45” sul gruppetto maglia rosa. In mezzo sempre Nibali, Fuglsang e Bilbao.

15.05 (-44 km) Ed è ancora lunga per arrivare in cima allo Stelvio.

15.03 (-45 km) I tre riprendono O’Connor, Kelderman a pochissimi secondi.

15.01 (-45 km) Azione fenomenale di Dennis, con lui restano solo Geoghegan Hart e Hindley.

15.01 (-46 km) SI STACCA ANCHE KELDERMAN!!!

15.00 (-46 km) O’Connor con poco più di trenta secondi con le due coppie Ineos e Sunweb. Maglia rosa indietro di un altro minuto. In mezzo Fuglsang seguito a qualche centinaio di metri da Nibali e Bilbao.

14.58 (-46 km) Ricordiamo come in testa c’è il solo O’Connor.

14.55 (-47 km) Si staccano Nibali e Fuglsang! Restano davanti solo in 4! Geoghegan Hart, Dennis, Hindley e Kelderman.

14.52 (-47 km) Dennis e Ganna fanno l’andatura, con loro restano solo Geoghegan Hart, Nibali, Fuglsang, Kelderman e Hindley.

14.52 (-47 km) Masnada rallenta per aspettare Almeida. Nel gruppo dei migliori sono rimasti pochissimi corridori. Nibali c’è!

14.51 (-48 km) Si stacca di nuovo Almeida, stavolta sembra davvero in difficoltà!

14.49 (-49 km) Almeida in coda al gruppo, davanti a lui Konrad e Majka e il terzetto Bahrain formato da Pello Bilbao, Novak e Pernsteiner. Ricordiamo che in gruppo ci sono tutti i migliori uomini di classifica tranne Pozzovivo e McNulty.

14.47 (-49 km) Almeida rientra sulla coda del gruppo insieme a Majka. 16 corridori nel gruppo dei migliori.

14.46 (-50 km) SI STACCA LA MAGLIA ROSA ATTENZIONE!!!!

14.45 (-50 Km) Attenzione: alza l’andatura Oomen, c’è un buco nel gruppo! Si stacca Pozzovivo.

14.42 (-51 km) Si stacca Nibali… Antonio, dal gruppo maglia rosa, Pozzovivo in difficoltà. Ripreso Felline, sono in 19 in gruppo.

14.41 (-51 km) O’Connor ha una trentina di secondi sui 7 inseguitori tra i quali c’è ancora uno spettacolare Ganna. Gruppo a oltre 1’30”.

14.39 (-52 km) Ventuno i corridori rimasti in gruppo.

14.35 (-53 km) La situazione O’Connors con una ventina di secondi su sette inseguitori. Gruppo a 1’30”.

14.32 (-54 km) Davanti attacca O’Connor, nel gruppo ora in testa c’è Dennis.

14.31 (-55 km) restano in undici davanti, gruppo a 1’35”

14.29 (-56 km) Meno di trenta corridori nel gruppo maglia rosa.

14.25 (-57 km) Meintjes fa il ritmo nel gruppo in fuga: restano in dodici davanti. Gruppo a 2′.

14.22 (-59 km) Gruppo maglia rosa che continua a perdere pezzi sotto l’azione dei Sunweb.

14.20 (-59 km) Si sgrana sia il gruppo di testa che quello della maglia rosa lungo i primi tornanti del Passo dello Stelvio.

14.15 (-61 km) Segnaliamo la presenza di Sagan ancora nel gruppo Maglia Rosa.

14.14 (-63 km) Ci siamo! inizia lo Stelvio per il gruppo dei fuggitivi, gruppo a poco più di 3′ di distacco.

14.06 (-68 km) Cinque chilometri all’inizio dello Stelvio!

14.02 (-71 km) Nel gruppo: due uomini della Sunweb davanti, poi scheirate Ineos con Puccio, Dennis e Geoghegan Hart e la Deceuncink-Quick Step con Ballerini e la maglia rosa.

14.00 (-73 km) Vantaggio sempre abbastanza stabile per il gruppo dei fuggitivi: 3’35”.

13.44 (-81 km) 20 km circa all’inizio dello Stelvio.

13.39 (-84 km) 3’59” ora il distacco tra gruppo di testa e gruppo maglia rosa sempre tirato da Denz.

13.30 (-91 km) 3’30” il vantaggio dei fuggitivi, si avvicina lo Stelvio.

13.23 (-95 km) 3’17” il ritardo del gruppo.

13.16 (- 100 km) CENTO CHILOMETRI ALL’ARRIVO! Poco meno di quaranta all’imbocco dello Stelvio! Vantaggio dei 15 di 3’09”.

13.08 (-106 km) Il gruppo ha completamente rallentato in questa fase: vantaggio opra di nuovo sopra i 2’30”.

13.04 (-107 km) Sale l’adrenalina in gruppo: Nibali per qualche centinaio di metri si mette in testa al gruppo in un tratto di discesa.

12.50 (-114 km) Mancano circa 50 chilometri all’inizio della scalata dello Stelvio. I 15 di testa hanno 2’27” sul gruppo maglia rosa.

12.46 (-118 km) Arriva la notizia del ritiro di Manuele Boaro, corridore molto attivo in questi giorni al Giro.

12.35 (-127 km) Siamo nel lungo tratto che porterà i corridori verso Foresta da dove inizierà la strada verso Prato allo Stelvio. Gli uomini al comando hanno un vantaggio sempre di poco inferiore ai 2′.

12.23 (-141 km) Al Passaggio sul GPM di Passo Castrin passa per primo De Gendt davanti a Guerreiro. Gruppo sempre più assottigliato a poco meno di 2′.

12.15 (-142 km) Non molla il gruppo che sotto la spinta dela Sunweb si riporta a solo 1’30” dagli uomini al contrattacco.

12.10 (-144 km) questa la nuova composizione del gruppo di testa: Fabio Felline (Astana), Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling) Alessandro Tonelli (Bardiani.CSF-Faizanè), Stéphane Rossetto (Cofidis), Dani Navarro (Israel Start-Up Nation), Matthew Holmes e Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Antonio Pedrero, Sergio Samitier e Dario Cataldo (Movistar Team), Louis Mentjes e Ben O’Connor (NTT pro Cycling), Filippo Ganna e Ben Swift (Ineos Grenadier), Joe Dombrowski (UAE Team Emirates).

12.01 (-146 km) Siamo lungo la salita del Passo Castrin e diversi corridori si sono aggiunti al gruppetto in fuga. La maglia rosa e tutti i componenti del plotone hanno rallentato e il vantaggio degli uomini davanti ora è di 2’35”, ma sarà destinato a crescere.

11.53 (-149 km) Forcing di Rossetto in salita, il gruppetto dei fuggitivi perde pezzi. Nel frattempo Guerreiro in compagnia di Dombrowski e altri tre corridori prova l’attacco dal gruppo.

11.48 (-152 km) Non decolla il vantaggio dei dieci al comando a causa dell’azione di un corridore della EF Pro Cycling che ha messo in fila il gruppo. Sta per iniziare la seconda ascesa di giornata: il Passo Castrin.

11.40 (-157 km) I dieci al comando hanno un vantaggio poco superiore al minuto sul gruppo tirato da un uomo della EF con Guerreiro a ruota. De Gendt spaventa per la lotta alla maglia azzurra!

Uno degli attaccanti del giorno: Fabio Felline!

11.30 (-160 km) Dieci corridori al comando, la composizione: Fabio Felline (Astana), Alessandro Tonelli (Bardiani.CSF-Faizanè), Stéphane Rossetto (Cofidis), Dani Navarro (Israel STart-Up Nation), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Héctor Carretero e Dario Cataldo (Movistar Team), Ben O’Connor (NTT pro Cycling), Filippo Ganna e Ben Swift (Ineos Grenadier).

11.20 (-170 km) Forse la fuga è andata. Davanti: De Gendt, Ganna, Felline, Navarro, Rossetto e Cataldo. Alcuni uomini al loro inseguimento, gruppo ora un po’ più lontano.

11.15 (-174 km) Davanti resta da solo Dani Navarro, ma il gruppo è alle sue calcagna.

11.08 (-182 km) Lungo la veloce discesa verso la Val di Sole è un uomo della Israel Start-Up Nation che guida il drappello dei fuggitivi. Gruppo comunque indietro di pochi secondi.

11.04 (-187 km) Guerreiruo precede O’Connor e Cataldo sul GPM di Campo Carlo Magno.

11.03 (-187 km) Anche Zakarin, Rossetto, Dombrowski e un compagno di squadra di Nibali presenti nella fuga.

11.02 (-188 km) In attesa di avere comunicazioni ufficiali sul drappello di testa, abbiamo visto presenti anche Cataldo, Meintjes, Oomen, Guerreiro e pure un paio di compagni di squadra della maglia rosa.

10.59 (-191 km) Nel drappello dei fuggitivi segnaliamo la presenza di Filippo Ganna.

10.55 (-193 km) In prossimità del primo Gran Premio della Montagna di giornata si sta formando un drappello di una ventina di corridori al comando.

10.50 (-195 km) Ancora tentativi di sganciarsi dal gruppo, per il terzo giorno consecutivo tra i protagonisti c’è di nuovo Ben O’Connor, ma il gruppo al momento non concede spazio.

10.43 (-199 km) Prova ad avvantaggiarsi un gruppetto di cinque corridori, ma al momento non c’è spazio per andarsene. Gruppo frazionato e in fila indiana nei primi chilometri di tappa.

10.29 (-205 km) Il gruppo è partito e sta già scalando l’ascesa verso Campo Carlo Magno.

10.20 (-207 km) Intanto arriva subito una brutta notizia dal via: non parte Giovanni Visconti.

Benvenuti con il Live della tappa numero diciotto di questo Giro d’Italia 2020. Senza ombra di dubbio la tappa regina, quella dove non si potrà bluffare e con lo Stelvio che si erge a giudice supremo.

Si parte da Pinzolo alle 10.15 per la Pinzolo-Laghi di Cancano di 207 chilometri. Quattro Gran premi della Montagna e si parte subito in salita con il Campo Carlo Magno (13.8 km al 6,3% con punte del 12%), discesa, fondo valle e poi una trentina di chilometri prima di iniziare la salita verso il Passo Castrin: 8.8 chilometri al 9,1% di pendenza media con punte in doppia cifra.

Dal Passo Castrin il gruppo giungerà, dopo aver affrontato una lunga discesa, a Foresta dove si affronterà un interminabile falsopiano fino a Prato allo Stelvio e da qui non ci si potrà più nascondere lungo i 25 chilometri che portano alla salita simbolo non solo di questo Giro d’Italia, ma in generale della storia di questa corsa: il Passo Dello Stelvio.  



Altro tratto in contropendenza che porta verso la salita finale ai Laghi di Cancano, con le “scale di Fraele” caratterizzati da 21 tornati perfettamente ritmati sul fianco della montagna: quasi 9 chilometri che si aggirano intorno al 7% fino alle Torri di Fraele a circa 2 km dall’arrivo. Due brevi gallerie e una breve discesa il preambolo per gli ultimi 500 metri in leggera salita, al 3,5% prima dei conclusivi 200 metri in rettilineo.

I favoriti

Sarà di nuovo una corsa divisa in due, forse in tre. Da una parte la sfida per la maglia azzurra: Guerreiro contro Visconti e perché no, De Gendt. Ci sarà la sfida tra tutti quei corridori che anticiperanno provando a vincere la tappa e allora i nomi da segnalare possono essere: Castroviejo, Fabbro, Cataldo, Hansen, Warbasse, Bouchard, Valter o Mentjes. Attesi anche corridori delle Professional italiane che ieri sono rimasti tagliati fuori dalla fuga per la vittoria: Pellaud, Bais, Rota, Zardini, Tonelli e Carboni.

E per la maglia rosa? Oggi non si bluffa. Il duo Sunweb KeldermanHindley, Nibali, Pozzovivo, Majka e Fuglsang dovranno provare il tutto per tutto per scalzare Almeida dal primo posto oppure per cercare di guadagnare qualche posizione in classifica.