Aru e il giallo della bici camuffata: ecco cos’è successo

Aru
I dettagli della bicicletta utilizzata da Fabio Aru ieri all'Ancona Le Velò di Ciclocross.

Ieri ad Ancona, Fabio Aru ha fatto molto parlare di sé. Lo scalatore sardo, che dal 2021 correrà con la maglia della Qhubeka-Assos, ha infatti partecipato alla sua prima gara di ciclocross dopo oltre otto anni. Una prova convincente che lo ha visto chiudere al quarto posto alle spalle di tre specialisti come Gioele Bertolini, Luca Pescarmona e Stefano Capponi.

A molti, ma non all’occhio vigile di Bicisport, può essere sfuggito un dettaglio molto interessante sulla bicicletta utilizzata da Aru all’Ancona Le Velò. Lui, che fino al 31 dicembre è vincolato dal contratto con la UAE Team Emirates, avrebbe infatti dovuto pedalare su una Colnago, ovvero la bici in dotazione al team mediorientale.

In attesa di scoprire la nuova BMC che lo accompagnerà per tutto il 2021, Aru ha invece corso con una Guerciotti Eureka Cx, le cui scritte erano opportunamente coperte con del nastro adesivo. Teoricamente questo non è ammissibile, ma visti i rapporti compromessi tra il sardo e il suo (quasi) ex team e i pochi giorni che restano alla fine dell’anno, è stato fatto molto probabilmente uno strappo alla regola per chiudere definitivamente questo difficile capitolo della carriera di Fabio alla UAE Team Emirates.