INTERVISTA CON IL FUTURO Tra un mese si vota, ecco cosa pensano Di Rocco e i 4 sfidanti

Speciale Presidenziali con i candidati alla guida della FCI su quibicisport.it
Tempo di lettura: 2 minuti

Domenica 21 febbraio all’Hotel Hilton di Fiumicino, a due passi da Roma, si svolgerà l’assemblea elettiva della Federazione Ciclista Italiana.
Sarà, a suo modo, una giornata storica perché sancirà la fine della lunga presidenza di Renato Di Rocco ed offrirà la prestigiosa carica ad uno dei quattro candidati proposti ai delegati: Cordiano Dagnoni, Daniela Isetti, Silvio Martinello e Fabio Perego.

La corsa alla FCI entra nel vivo: Di Rocco e i candidati parlano a quibicisport.it

Quello stesso giorno saranno eletti i tre vice-presidenti ed i nove consiglieri federali. I nomi dei candidati a queste cariche sono ancora al vaglio della commissione elettorale e non appena saranno ufficializzati saranno proposti.
Il 21 si concluderà una campagna elettorale insolitamente vivace, nel corso della quale non sono mancate gaffe ed uscite decisamente sopra le righe rispetto ai toni abituali. Il numero dei candidati e la portata della posta in palio ha evidentemente reso più facile alzare i toni.

Seppure con toni diversi, i quattro candidati propongono un cambiamento, o almeno una profonda innovazione all’interno della Federazione. Ma quella che sembrava dovesse realizzarsi come una campagna che doveva evidenziare i guasti della gestione che si concluderà a febbraio, ha finito per sancire i meriti di Renato Di Rocco al quale tutti i candidati hanno riconosciuto, forse con un eccesso di fiducia, di aver sistemato i conti della Federazione (conti pesantemente in rosso al suo arrivo) e di aver consentito la ripartenza dell’attività dopo la devastante pandemia. Comunque vada il 21 febbraio finirà un’epoca.

Di Rocco è stato indiscutibilmente un grande dirigente e nel lungo periodo di “regno” non sono mancate pagine discusse. Resta però al suo attivo il ricco bottino di medaglie ed un consenso che la base gli ha rinnovato per ben quattro volte mantenendolo al vertice del movimento. Lunedì, sulle pagine di quibicisport.it, Renato Di Rocco traccerà il bilancio della sua lunga presidenza prima di lasciare la parola, nei giorni successivi, ai quattro candidati a succedergli.
Ogni giorno, alle 13.00, in rigoroso ordine alfabetico i quattro candidati esprimeranno le loro idee sulla gestione federale del prossimo quadriennio. Quattro candidati dai profili molto diversi, ma uniti dalla stessa passione. La speranza è che la valutazione delle capacità e dei progetti prenda il sopravvento sulle valutazioni geo-politiche che sempre hanno caratterizzato queste elezioni.