White: «La Ineos è più forte, ma Pogacar al Giro è imbattibile»

White
Matthew White, direttore sportivo del team Jayco AlUla.
Tempo di lettura: < 1 minuto

Matthew White, direttore sportivo della Jayco AlUla, in un’intervista rilasciata a GCN si è dichiarato convinto che Tadej Pogacar, grande favorito del prossimo Giro d’Italia, non possa essere battuto dalla Ineos Grenadiers, nonostante lo squadrone britannico sia a suo parere più forte rispetto alla UAE dello sloveno.

«Pogacar non è battibile, non credo che lo sia – ha detto Whiteil livello dei velocisti al via è il migliore della storia del Giro d’Italia, ma a per la classifica generale c’è un campo partenti piuttosto debole. Non credo che qualcuno possa battere Pogacar: non mi stupirei se vincesse la prima cronometro, che è troppo dura per Ganna, e poi credo che in salita distanzierà i rivali senza difficoltà».

White si è poi soffermato sulle scelte della squadra di Pogacar e della Ineos: «Alla UAE hanno portato una squadra discreta, ma sicuramente non la migliore possibile. Se sono intelligenti, lasceranno alcune tappe alle fughe e in altre faranno lavorare le squadre dei velocisti, così risparmieranno energie. La Ineos ha una squadra più forte e più completa, ma a cosa serve? Nessuno può battere Pogacar né in salita né a cronometro, la situazione può cambiare solo in caso di malattie o cadute».