La Ineos ha deciso! Bernal debutta al Giro, Geoghegan Hart e Thomas al Tour

Ineos
Il team britannico della Ineos Grenadiers in azione al Tour de France 2020 (Foto: ASO / Pauline Ballet)
Tempo di lettura: 2 minuti

La Ineos-Grenadiers ha deciso! I sei potenziali capitani dello squadrone britannico sono stati saggiamente divisi tra le tre grandi corse a tappe della stagione e non sono mancate le sorprese.

«Ci siamo chiesti fin dall’inizio: portiamo tutti i nostri migliori corridori al Tour? O li distribuiamo tra i tre grandi Giri? – ha detto il team manager Dave Brailsford – Ovviamente abbiamo scelto la seconda opzione per essere più competitivi nell’arco della stagione».

Bernal debutta al Giro d’Italia

La grande notizia è l’ufficialità di Egan Bernal al Giro d’Italia 2021. Anche se il percorso deve essere ancora ufficialmente svelato da Mauro Vegni e il suo staff, il colombiano non ha avuto dubbi, vuole assolutamente esserci alla partenza da Torino. Ovviamente Bernal partirà con i favori del pronostico ed avrà tutta la squadra a sua disposizione.

Al suo fianco, il giovane scalatore della Ineos avrà infatti corridori di qualità come Daniel Martinez, Pavel Sivakov e Filippo Ganna. Quasi certa anche la presenza di un uomo di esperienza e professionalità come Salvatore Puccio.

Tour de France: Thomas ci riprova. Con lui Geoghegan Hart

Nonostante la presenza di Bernal al Giro d’Italia, non si può dire certo che la Ineos vada al Tour de France senza un capitano in grado di lottare per la maglia gialla. Anzi, Brailsford ne ha voluti addirittura due, se non tre. In Francia condivideranno infatti la leadership Geraint Thomas, vincitore nel 2018, e Tao Geoghegan Hart, trionfatore dell’ultimo Giro d’Italia. Dietro di loro, in supporto, Richard Carapaz, maglia rosa nel 2019.

Accanto ai tre potenziali capitani troveremo presumibilmente Richie Porte, Laurens De Plus, Michał KwiatkowskiJonathan CastroviejoLuke Rowe e Rohan Dennis.

La Vuelta a Pidcock e Yates

Infine ci sarà la Vuelta di Spagna, terzo e ultimo grande Giro della stagione 2021. Alla corsa iberica, spesso utilizzata dalla Ineos per far esordire i giovani corridori, troveremo il talento di Thomas Pidcock. Il corridore britannico, vincitore dell’ultimo Giro d’Italia Under 23, ha tutte le carte in regola per diventare un uomo da grandi corse a tappe e vuole fin da subito mettersi alla prova sulle tre settimane.

Pidcock non sarà certo solo. Al suo fianco, capitano designato per la Vuelta, ci sarà Adam Yates, neo-acquisto della Ineos, che in una corsa esplosiva come quella iberica può trovare un terreno adatto alle sue caratteristiche.