Lotto-Soudal: Caleb Ewan tiene alto il nome del team belga. Molto bene Wellens

caleb ewan vince la tera tappa del tour de france 2020
Caleb Ewan (Lotto-Soudal) vince la terza tappa del Tour de France 2020 in volata a Sisteron. (foto: A.S.O./PaulineBallet)
Tempo di lettura: 2 minuti

La Lotto-Soudal ha un solo nome, Caleb Ewan. Il velocista australiano tiene alto il nome del team rosso-nero anche quest’anno, conquistando ben sette delle dodici vittorie del 2020. Quando vede il Tour de France, Ewan si scatena. Anche quest’anno due tappe portate a casa, una a Sisteron e una a Poiters, entrambe davanti a Sam Bennett, futura maglia verde della classifica a punti.

La Lotto-Soudal lo ha blindato per altre due stagioni fino al 2022 con la speranza che il giovane Ewan (ha solo 26 anni) possa ancora regalare molte gioie al team manager John Lelangue.

E oltre ad Ewan? Tim Wellens!

Un altro corridore che ha chiuso in grande stile una stagione così difficile è stato Tim Wellens. Il belga si è reso protagonista di una fantastica Vuelta di Spagna, culminata con ben due successi di tappa. Dopo le vittorie al Giro d’Italia si aggiungono quelle in terra iberica. Cosa manca? Una frazione al Tour de France e un bel trionfo in una grande classica.

Il punto debole di Wellens è la tattica. I suoi attacchi scriteriati e spesso senza senso non lo hanno certo aiutato nel corso degli anni. Questo è il salto di qualità che il belga è chiamato a fare nel 2021…

E c’è anche un italiano alla Lotto-Soudal…

Forse se ne è parlato poco, ma quest’anno è passato professionista con la Lotto-Soudal il giovane Stefano Oldani. Chiaramente la pandemia di Covid-19 non ha aiutato nel percorso di crescita ed esperienza, però il 22enne lombardo può dire di aver corso (anche molto bene) e concluso il suo primo Giro d’Italia. Non dimentichiamoci che Oldani ha anche conquistato due top-ten alla corsa rosa, facendo vedere ottime doti allo sprint. E nel 2021 arriva anche Filippo Conca a fargli compagnia, nonostante i “guai” ormai alle spalle, con l’Androni. Forza azzurri!