Giro d’Italia, 19ª tappa: numero pazzesco di Cerny! 3° Mosca

Josef Cerny trionfa nella 19esima tappa del Giro d'Italia ad Asti. (foto: LaPresse)

Numero pazzesco di JOSEF CERNY!!! Il ceco della CCC Team trionfa ad Asti dopo aver resistito agli inseguitori ad oltre 60 km/h! Secondo posto per Victor Campenaerts della NTT Pro Cycling. Chiude il podio Jacopo Mosca, compagno di Vincenzo Nibali alla Trek-Segafredo.

Ordine di arrivo

1CERNY JosefCCC Team2:30’40”CZE
2CAMPENAERTS VictorNTT Pro Cycling+0’18”BEL
3MOSCA JacopoTrek-Segafredo+0’26”ITA
4CLARKE SimonEF Pro CyclingAUS
5KEISSE IljoDeceuninck-QuickstepBEL
6ARMEE SanderLotto-SoudalBEL
7TORRES AlbertMovistar Team+1’10”SPA
8PELLAUD SimonAndroni GiocattoliSVI
9CARBONI GiovanniBardiani CSF-FaizanéITA
10DOWSETT AlexIsrael StartUp-NationGBR

Classifica generale Giro d’Italia

1KELDERMAN WilcoSunweb80:29’19”
2HINDLEY JaiSunweb+0’12”
3GEOGHEGAN HART TaoIneos Grenadier+0’15”
4BILLAO PelloBahrain MCLaren+1’19”
5ALMEIDA JoaoDeceuninck Quick Step+2’16”
6FUGLSANG JakobAstana+3’59″
7KONRAD PatrickBora-hansgrohe+5’40”
8NIBALI VincenzoTrek Segafredo+5’47”
9MASNADA FaustoDeceuninck Quick Step+6’46”
10PERNSTEINER HermannBahrain MCLaren+7’23”

Ultimo chilometro!

17.00 (-1,5 km): Gli inseguitori hanno leggermente rallentato. Parte solo Campenaerts.

16.57 (-3 km): 17″ secondi tra Cerny e i cinque inseguitori.

16.55 (-5 km): La collaborazione tra gli inseguitori ha permesso di recuperare ancora cinque secondi a Cerny. 24 secondi il vantaggio del ceco.

16.50 (-10 km): I cinque hanno recuperato qualcosa. 28″ tra loro e Cerny.

16.45 (-14 km): Cerny conserva 40″ su Mosca, Armèe, Clarke, Campenaerts e Keisse.

16.40 (-17 km): Cerny prova ad andare da solo. In cinque, tra cui Mosca, al suo inseguimento.

16.34 (-22,5 km): Sotto l’accelerazione di Campenaerts i fuggitivi si spezzano in tre tronconi. Armèe, Clarke, Campenaerts e Mosca in testa alla corsa.

Seconda ora di corsa al Giro!

16.25 (-28,3 km) Oltrepassa i nove minuti il vantaggio dei battistrada. Finale scritto.

16.18 (-34 km) Due corse totalmente differenti tra i 14 davanti e il gruppo. Davanti ritmo interessante e vantaggio che lievita fino a 8’30”!

16.12 (-40 km) Si dilata ulteriormente lo spazio: 7’38” per i fuggitivi.

16.06 (-44,2 km) 6’30” ormai per la fuga, il gruppo procede con calma. Non c’è più un inseguimento.

16.00 (-47,2 km) Sarà successo per i fuggitivi: 5’35”. Ottima azione!

15.52 (-54,5 km) LA FUGA VA! Il gruppo si è praticamente fermato: 2’35”.

15.47 (-58,6 km) Aumenta il vantaggio della fuga: 1’26”.

15.41 (-63,6 km) Continua il testa a testa tra i fuggitivi e la Bora-hansgrohe che punta a conquistare punti con Peter Sagan.

15.38 (-66,2 km) C’è movimento in testa: Dowsett e Campenaerts aumentano il ritmo.

15.33 (-70 km) Procedono di pari passo i coraggiosi avanguardisti e il gruppo: sempre 1’01” la forbice che li separa.

Prima ora di corsa al Giro!

15.26 (-76 km) Alta andatura in gruppo. Braccio di ferro tra attaccanti e Bora-hansgrohe: 1’02”.

15.20 (-81,2 km) Aumenta leggermente il vantaggio dei 14: 47″.

15.13 (-87,2 km) 38″ tra attaccanti e gruppo.

15.06 (-93,5 km) La Bora-hansgrohe in a tirare davanti al gruppo maglia rosa: 34″ il vantaggio dei fuggitivi.

15.00 (-98 km) Etienne Van Empel (Vini Zabù Brado KTM), Albert Torres (Movistar), Sander Armée (Lotto Soudal), Alex Dowsett (Israel Start-Up Nation), Giovanni Carboni (Bardiani CSF Faizanè), Nathan Haas e Marco Mathis (Cofidis), Iljo Keisse (Deceuninck-Quick Step), Simon Clarke e Lachlan Morton (EF Pro Cycling), Jacopo Mosca (Trek-Segafredo) rientrano sui tre di testa. Sono dunque 14 al comando della tappa.

14.50 (-103 km) Alle spalle del terzetto si muovono altri corridori.

14.45 (-106 km) Si forma subito un gruppetto in testa: Simon Pellaud (Androni Giocattoli Sidermec), Victor Campenaerts (NTT) e Josef Cerny (CCC).

14.30 Parte ufficialmente la tappa!

I PULLMAN SONO ARRIVATI NEL PIAZZALE, FINALMENTE LA TAPPA STA PER PARTIRE!

13.58 Gli autobus si trovano sulla SP 494 e stanno per entrare nel territorio della provincia di Pavia.

13.43 La vettura di “Inizio Gara Ciclistica“, scortata dalla Polizia Stradale, precede la fila degli autobus ad andatura controllata.

13.30 Il pullman della EF Pro Cycling esce in questo istante dal casello autostradale. Il trasferimento verso Abbiategrasso continua.

13.14 La scelta di ripartire da Abbiategrasso è stata dettata dal fatto che a Vigevano ci sarà uno sprint intermedio valido per la maglia ciclamino, ancora in bilico tra Démare e Sagan.

13.12 Le squadre stanno uscendo ora dall’autostrada per raggiungere Abbiategrasso.

13.10 Sarà di circa 120 km la distanza complessiva del nuovo disegno della tappa. Oltre 130 km in meno rispetto al piano originale.

L’autobus della Sunweb

DUE ORE E MEZZO ALLA PARTENZA della 19ª tappa del Giro d’Italia

11.45 UFFICIALE: SI PARTE DA ABBIATEGRASSO alle 14.30

11.23 Corridori a bordo dei bus. In attesa di comprendere chiaramente da dove si partirà.

11.17 Arrivano i primi pullman.

11.13 Ancora tutto fermo. Vedremo come evolverà la situazione.

10.37 Corridori sugli autobus delle rispettive squadre. Partenza ufficiale in avvicinamento a Lainate.

10.35 Verranno quindi corsi soltanto gli ultimi 148 chilometri della tappa odierna.

Finalmente ci siamo! Corridori sotto l’arco della partenza! Pronti, via!

Purtroppo per i corridori c’è la pioggia alla partenza di Morbegno. Corridori a riparo, c’è attesa per la partenza.

Squadre in direzione dell’incolonnamento per lo start della frazione odierna.

Arriva il turno della Decenuninck Quick Step dell’ex maglia rosa, Almeida.

Bora-hansgrohe e Groupama-FDJ salutano il pubblico di Asti.

Ultimi team alla presentazione del foglio-firma del Villaggio di Partenza.

Appassionati di ciclismo, amici di quibicisport.it benvenuti al live della diciannovesima tappa del Giro d’Italia. Bandiera a scacchi alle ore 10.10. 4,8 chilometri di trasferimento e partenza ufficiale alle ore 10.20.

Il percorso

Tappa adatta ai velocisti, ma non perfettamente piatta. Da Morbegno si segue il lato nord della valle fino all’imbocco del lago di Como. Qui la carreggiata si restringe per tutto il tratto lungo la riva del lago fino a Como, caratterizzato dalla presenza di numero gallerie e dall’attraversamento di centri abitati come Camerlata, Fino Mornasco, Bregnano e Saronno. Dopo aver attraversato la pianura Padana fino a raggiungere Casale Monferrato in provincia di Alessandria, l’unico cambiamento di pendenza sull’altimetria è la mini-ascesa all’Abbazia di Masio, aperitivo degli ultimi chilometri assolutamente pianeggianti fino ad Asti.

I favoriti di oggi al Giro d’Italia

I velocisti, nonostante siano arrivati “con calma” sui Laghi di Cancano nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, ci sono sempre saliti con la forza delle loro gambe. Sicchè la fatica, dopo tre settimana di corsa in condizioni climatiche che hanno richiesto un grande dispendio di energie, si farà sentire. La maglia ciclamino si assegna sostanzialmente oggi: Arnaud Démare, dall’alto del suo poker di vittorie in volata, potrebbe concedersi il lusso di una giornata meno impegnativa: il francese della Groupama-FDJ ha 35 punti di vantaggio su Peter Sagan. Visto che sono arrivati fin qui, dare spettacolo con un bel testa a testa sul finale astigiano. Alvaro HodegSimone ConsonniElia VivianiBen Swift e Nico Denz da monitorare per eventuali sorprese e in ottica piazzamenti nella top five.

Cronotabella 19ª Tappa Giro d’Italia