Bicisport di giugno 2022

Il Giro è andato in archivio: per la prima volta l’ha vinto un australiano, Jai Hindley, che sulle rampe della Marmolada ha fiaccato le resistenze di Richard Carapaz. Ma la corsa rosa è stata anche un lungo e affettuosissimo ringraziamento a Vincenzo Nibali, che prima, a Messina, annuncia il suo ritiro a fine anno, e poi con solidità ed esperienza porta a casa uno stupendo quarto posto. Tanti i volti nuovi del ciclismo italiano che hanno vinto una tappa: Dainese, Oldani, Sobrero, ma soprattutto Alessandro Covi, che s’inventa una fuga solitaria di oltre 50 chilometri tra Pordoi e Fedaia e trionfa alla maniera dei campioni. Che sia nata una stella? Ciccone riscatta la crisi del Blockhaus con una bella vittoria a Cogne. Adesso andrà al Tour a caccia di un successo (e perché no, magari della maglia a pois), in attesa di misurarsi nuovamente come capitano. E noi, per i giudizi sul Giro, ci siamo affidati a una lingua tagliente: quella di Luca Scinto. Ma i prossimi appuntamenti sono già dietro l’angolo: i campionati italiani, la corsa rosa riservata agli Under 23 e il Tour de France. Alla Grande Boucle ci sarà Filippo Ganna, che ha messo nel mirino la prima maglia gialla. Come dovrà correre per preparare il record dell’Ora? Ma il suo sogno è un altro: vincere il mondiale su strada, magari già quest’anno in Australia. Il grande favorito del Tour è ovviamente Pogacar, noi abbiamo chiesto ad alcuni grandi campioni del passato come si può battere: sentite cosa ci hanno detto. E infine un incontro con Bernal, il campione colombiano che ama l’Italia e Pantani, e che sogna di rilanciarsi dopo il terribile incidente.

Il Romanzo del Giro 2022

Non poteva certo mancare il nostro speciale sul Giro che si è appena concluso. Troverete il racconto fotografico e testuale di tutto quello che è successo nelle tre settimane di corsa rosa: la rivelazione di Juanpe Lopez, la resa di Dumoulin, le difficoltà di Yates, l’improvviso ritiro di Bardet, le speranze di Carapaz, la gioia di Hindley e soprattutto la commozione (e la grinta) di Nibali, la caparbietà di Pozzovivo, la voglia di ripartire di Ciccone e la freschezza di Dainese, Oldani, Sobrero e Covi. Il nostro speciale sul Giro d’Italia numero 105 vi aspetta!

IN COPERTINA

Chi è Covi? Lo chiamano il “Puma” e fanno bene

Quella mattina Nibali era di umore nero. La salita del Fedaia la odiava. Ma su...

Adesso Ciccone fa rotta sul Tour

Giro d’Italia. Alcuni malanni gli hanno impedito di fare classifica come avrebbe voluto. E’ finito...

La “linguaccia” di Scinto per scardinare tre settimane

Giro d’Italia. E adesso godetevi questo originale servizio giornalistico del tutto insolito. Episodi salienti, momenti...

Il Fauniera di Pantani chiude i giochi per la rosa

Verso il Giro U23. Dall’11 al 18 giugno va in scena la più importante corsa...

La gialla, l’Ora e il mondiale. Ganna lancia il suo triplete

Abbiamo ragionato del prossimo impegno in Francia, dove Filippo potrebbe centrare a Copenaghen la mitica...

Come battere Pogacar? Il tanto pavé è l’unica carta

Il primo luglio, da Copenaghen (capitale della Danimarca), parte il Tour de France con una...

Tante favole di Nibali sul taccuino di una cronista

Col Giro d’Italia eravamo a Messina, dove ha dichiarato che a fine stagione smette. La...
Please enter the Page ID of the Facebook feed you'd like to display. You can do this in either the Custom Facebook Feed plugin settings or in the shortcode itself. For example,
This message is only visible to admins.
Problem displaying Facebook posts. Backup cache in use.
Click to show error
Error: Invalid OAuth access token - Cannot parse access token Type: OAuthException
.