Tour de France, sulle Cervélo di Vingegaard e Van Aert spunta una sella inedita: la Dash Stage G3

Tempo di lettura: < 1 minuto

Si chiama Dash Stage G3, è americana, è prodotta a Boulder (in Colorado) e un nostro inviato al Tour l’ha “scovata” sbirciando nel paddock mentre le squadre stavano allestendo i rulli per il defaticamento post tappa. Si tratta di una sella realizzata artigianalmente, a mano e su misura, con struttura in fibra di carbonio e binari in composito di carbonio e kevlar (una fibra caratterizzata dall’elevatissima resistenza meccanica alla trazione). È spesso impiegata sulle biciclette da pista e da triathlon, e mai ad oggi si era vista sulle Cervélo di Jonas Vingegaard, Wout Van Aert e compagni sulle strade del Tour (Visma|Lease a Bike che per quanto riguarda le selle è sponsorizzata ufficialmente da Fizik, ndr).

La punta è più larga rispetto a quella di una sella classica e il foro centrale permette di evitare fastidiose compressioni dei tessuti molli. Sul mercato è disponibile al prezzo di 229 dollari in tre versioni, che si contraddistinguono per la larghezza della punta della sella, così da potersi adattare a qualsiasi differenza morfologica degli atleti. Il peso del modello “Standard 60mm” è di soli 130 grammi.