Giro Next Gen, caos inviti: fuori la Q36.5 di Nieri e la Hopplà di Provini?

Tempo di lettura: < 1 minuto

Al via del Giro Next Gen mancano appena una quarantina di giorni, eppure ancora non si conoscono ufficialmente le squadre che parteciperanno alla corsa rosa riservata agli Under 23. Eppure è facile prevedere un lungo strascico di polemiche.

La gara, che partirà domenica 9 giugno da Aosta con una cronometro individuale, potrebbe infatti non vedere al via né la Q36.5 Development Team, formazione diretta da Daniele Nieri in cui militano due talenti promettenti come Manuel Oioli e Raffaele Mosca, né la Hopplà-Petroli Firenze-Don Camillo guidata da Matteo Provini.

Due esclusioni illustri che faranno discutere: se il Giro non ha invitato loro, quale destino per la gran parte delle altre squadre dilettantistiche italiane? Pare che la formula scelta da Rcs contempli la presenza di ventinove squadre composte da sei corridori ciascuna. Forse verrà salvata l’Interregionale, che potrebbe avere proprio in Nieri il direttore sportivo, così da permettere almeno ad Oioli e Mosca di partecipare al Giro Next Gen. Ma la prossima settimana, quando verosimilmente verranno annunciati i team invitati, più di qualcuno non sarà d’accordo.