GIRO D’ITALIA 2023 / Il diario dell’Ammiraglio Savio: «Vincerà Thomas al 70 per cento perché ha gambe e testa»

Thomas
Geraint Thomas in maglia rosa al Giro d'Italia 2023 (foto: LaPresse)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Penultimo atto della corsa ma ultimo round per decretare chi sarà il vincitore che sfilerà sui Fori Imperiali di Roma con la maglia rosa sulle spalle. Gianni Savio riallaccia i fili di una lunga sfida assai combattuta, lasciandosi andare ad un pronostico che non ammette repliche.

«Per me in rosa a Roma ci arriverà Thomas perché anche ieri, sebbene abbia perso tre secondi da Roglic, ha dimostrato di avere una gran gamba. Quando lo sloveno è scattato, infatti, Mr. G non ha avuto problemi a rifarsi sotto. Sì, pronostico Thomas vincitore del Giro al 70 per cento delle probabilità, mentre a Roglic assegno il 25 per cento e ad Almeida il 5».

Il Giro oggi sale sul Monte Lussari e sarà una sfida contro il tempo a decidere il Giro. Un Giro che Savio archivia tra i più duri del recente passato.

«Il meteo avverso delle prime due settimane ha indurito la corsa e le montagne di questi ultimi giorni hanno fatto il resto, dunque ci sta che i corridori siano ormai al lumicino. Le forze in campo sono quelle che sono e non possiamo pretendere, dai massimi protagonisti della corsa, attacchi pirotecnici a lunga gittata. Ho letto le dichiarazioni di Argentin che ieri ha criticato Roglic per non aver attaccato Thomas addirittura sul Giau. Beh, a mio avviso non si possono muovere critiche né allo sloveno né agli altri interpreti della corsa, perché è stato un Giro davvero dispendioso e più di così i corridori non possono fare».