Vinokourov, un budget ridotto e una Astana da inventare: «Puntiamo sui giovani e sugli scalatori»

Vinokourov in una foto d'archivio, al Giro d'Italia 2022
Tempo di lettura: < 1 minuto

Una scuderia di talenti. Prosegue la grande costruzione dell’Astana Qazaqstan che verrà per Aleksandr Vinokourov. Investire sul futuro e sui corridori che indosseranno la maglia del team kazako nei prossimi anni, garantisce comunque un’identità e una bussola da seguire per cercare di tornare a ottenere risultati prestigiosi. Per questo il team manager di una delle squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere nel Pro Tour ha visionato diversi profili promettenti al Tour de l’Avenir e vuole rinforzare il roster con giovani scalatori e velocisti in grado di giocarsi le loro chance, anche senza un reale treno che li lanci nei finali infuocati delle corse.

Aleksandr Vinokourov e l’Astana Qazaqstan del futuro: Cerchiamo scalatori e velocisti

“Stiamo cercando scalatori e giovani velocisti che possano giocarsela in volata, anche senza un reale treno a loro completa disposi”, ha detto chiaramente Vinokourov a Het Nieuwsblad. “Ho già alcune idee, alla fine della Vuelta prenderemo la decisione. Cerchiamo anche giovani piloti. Nel Tour of the Future ho seguito tanti giovani talenti, ma è difficile arrivarci qualcuno. Oggi i ragazzi lavorano già con i manager. Per la prossima stagione ho al massimo cinque o sei posti, quindi non posso sbagliare“.

Il fatto che Vinokourov ora sia così preoccupato per il futuro della sua squadra è anche perché l’Astana Qazaqstan ha di nuovo una certa sicurezza finanziaria. Dopo la perdita del co-sponsor Premier Tech, Astana Motors e Samruk-Kazyna, due società kazake, si sono unite al team. “Stiamo bene sicuramente per altri tre anni. Ovviamente, quando si parla di budget globali, è difficile competere con Ineos, UAE e Jumbo-Visma. Hai bisogno di trenta milioni per quello e siamo lontani da quello. Il nostro budget è di venti milioni, non è un segreto“.