Gilbert, ultimo atto d’amore tra le foreste della Liegi. 700 volte il suo nome sulla Redoute: «Il tempo passa, ma la memoria resta» (Video)

Tempo di lettura: 2 minuti

Phil, Phil, Phil, Phil, Phil. L’hanno scritto per settecento volte di continuo sull’asfalto della Redoute, senza un attimo di respiro come i cori che si ascoltano nelle arene del basket americano. Su quella salita magnifica e maledetta che Philippe Gilbert ha amato e odiato per tutta la vita. Domani alla Liegi Bastogne Liegi, sarà “The Last Dance“, l’ultimo atto d’amore per il campione nato a Verviers il 5 luglio 1982.

In tanti ancora non ci credono e sperano che con un colpo teatrale dei suoi, possa ripensarci ancora. In tanti correranno per una domenica magica, ma gli occhi saranno soprattutto per l’idolo di un popolo. Amiamo il ciclismo perché è fatto di uomini veri. Come Gilbert, il nome della Liegi. Tra le foreste di una vita. Su quibicisport le immagini, il video emozionante della Lotto Soudal e la lettera a cuore aperto del fuoriclasse vincitore di quattro delle cinque Classiche monumento.

La “lettera” di Philippe Gilbert, per la cara e amata Liegi Bastogne Liegi: «Cara Doyenne. È un piacere tornare. Tornare nelle tue foreste, sulle ripide strade che attraversano le Ardenne. Le Ardenne con i suoi caratteri che hanno creato la tua leggenda e quella di molti corridori. Il tuo percorso non mente e questo è ciò che ti rende così speciale. È impossibile nascondersi sullo Stockeau, la Rosiere o la Redoute. Oramai ci conosciamo da quasi 40 anni. Ogni centimetro, ogni angolo, ogni collina e ogni discesa è scritta nel nostro DNA. Il tempo passa, ma la memoria resta. È un piacere tornare, tornare alla Liegi-Bastogne-Liegi».

Le Liegi-Bastogne-Liegi di Philippe Gilbert: dal 2003 al 2021. Domani l’ultimo atto

Gilbert ha partecipato per sedici volte alla Liegi-Bastogne-Liegi, prima di quella che andrà in scena domani: è riuscito a salire in due occasioni sul podio, nel 2010 alle spalle di Vinoukourov e Kolobnev e poi nell’edizione trionfale del 2011. Una vittoria molto speciale perché in quella settimana completò il Trittico delle Ardenne. Vinse nella stessa settimana tutte le Classiche ardennesi: Amstel Gold Race, Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi.

EdizionePiazzamento
2003ritirato
200440°
2005ritirato
200638°
200716°
200892°
2009
2010
2011
201216°
2013
2014
201536°
201831°
201958°
2021102°