Tour de l’Avenir, l’Italia chiude terza con Zana. Il ct Amadori stila il bilancio finale della corsa

Zana
Filippo Zana con la maglia della nazionale italiana al Tour de l'Avenir (foto: FCI)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Si è chiusa con il terzo posto di tappa ed il terzo gradino del podio di Filippo Zana nella generale l’edizione 2021 del Tour de l’Avenir, che ha vissuto oggi la frazione finale, la Touissure a Séez – Col du Petit Saint-Bernard, vinta dallo spagnolo Carlos Rodriguez Cano. La classifica finale è del norvegese Tobias Halland Johannessen.

L’Italia, guidata da Marino Amadori, si è messa in evidenza in tutte le tappe centrando importanti piazzamenti. E’ mancata solo la vittoria. Il CT che stila il bilancio finale della gara: “E’ vero, ci è sfuggita solo la vittoria, ma il piazzamento di Zana è un bel risultato: un atleta che non ha ancora mostrato tutto il suo potenziale. Siamo stati protagonisti, tranne nei ventagli in cui è mancata un po’ di coesione di squadra. Abbiamo inoltre ottenuto il 2° posto nella graduatoria per team. Peccato sia saltato proprio alla fine Alessandro Verre. Nei giorni scorsi avevamo perso anche Luca Colnaghi, febbricitante dopo la caduta”. 

Il CT ha ora già raggiunto il Sestriere dove è previsto un collegiale in vista dell’Europeo di Trento:“Qualcuno ora farà un riposo attivo e altri completeranno il programma di lavoro. In settimana comunicheremo una prima lista di 9 nomi che diventeranno 6. Concludo ricordando il nostro primo posto nel ranking Coppa delle Nazioni”.