STRADE BIANCHE 2021 – La Cervélo R5 di Wout Van Aert: prima e dopo la corsa (VIDEO)

Tempo di lettura: < 1 minuto

LA Strade Bianche di Siena mette a dura prova non solo i ciclisti, ma anche i mezzi tecnici. E le bici dei corridori arrivano al traguardo con i segni indelebili lasciati dalla polvere delle crete senesi, tracciato tipico della “Classica del Nord più a Sud d’Europa“.

L’edizione numero quindici delle Strade Bianche si è svolta nel corso di una piacevole giornata di fine inverno, scaldata dal sole e bagnata da una leggerissima pioggia caduta nella sera precedente la partenza. Il fondo sterrato era quindi perfetto e molto veloce, come dimostra il tempo di arrivo del primo classificato che ha concluso la corsa in 4 ore e 45 minuti, ben 13 minuti in meno rispetto allo scorso anno (si correva in agosto).

Nonostante la giornata fosse perfetta le bici hanno “mangiato” molta polvere prima del meritato riposo in Piazza del Campo. Guarda il video realizzato dai nostri inviati tra il pre-gara e il post-gara sulla bici di Wout van Aert, giunto al traguardo in quarta posizione.