La Lombardia ha fatto la parte del leone: 7 su 11 nel consiglio federale

In piedi da sinistra Gianantonio Crisafulli, Serena Danesi, Cordiano Dagnoni, Chiara Teocchi, Norma Gimondi, davanti da sinistra Giancarlo Masini, Ruggero Cazzaniga, Carmine Acquasanta, Giovanni Vietri, Fabio Forzini
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ore 15,00 – Si chiude l’assemblea elettiva della Federazione con un consiglio direttivo che trova nella Lombardia la sua massima espressione. La presenza di sette lombardi su undici componenti dell’organo federale la dice lunga sui rapporti di forza che si sono creati. In realtà a favorire questa massiccia presenza lombarda è stata proprio la frammentazione della regione per cui le varie cordate avevano ciascuna investito molto su elementi di quella regione.

Se questa situazione ha favorito la composizione di un consiglio federale qualitativamente buono bisognerà aspettare un po’ di tempo per capirlo. Sulla carta sembra promettente.
Molte luci sono puntate su Norma Gimondi che nel vertice è l’unica a non essere ascrivibile alla cordata vincente. Su di lei si appuntano anche le speranze di Silvio Martinello per poter favorire un cambiamento che vada nella direzione auspicata da lui.

Subito dopo l’assemblea si è svolta una prima riunione del consiglio dove ciascuno degli eletti ha potuto accettare il risultato dell’elezione.
Nel prossimo consiglio federale sarà nominato il presidente vicario. Tradizionalmente è il il vice-presidente che ha ricevuto più voti e nulla al momento lascia pensare ad una decisione diversa. Ma saranno il consiglio nel suo insieme a dover ratificare la nomina. Intanto i delegati cominciano a lasciare l’albergo per fare ritorno a casa.

Ore 14.30 – Questa la composizione completa del vertice della Federazione Ciclistica Italiana.

Cordiano Dagnoni (Lombardia) presidente

Carmine Acquasanta (Basilicata) vice presidente

Ruggero Cazzaniga (Lombardia) vice presidente

Norma Gimondi (Lombardia) vice presidente

Consiglieri

In quota società:

Fabrizio Cazzola (Veneto)

Giovanni Vietri (Piemonte)

Gian Antonio Crisafulli (Lombardia)

Fabio Forzini (Toscana)

In quota atleti:

Chiara Teocchi (Lombardia)

Giancarlo Masini (Lombardia)

Serena Danesi (Lombardia)