Tour du Haut-Var, da Aru a Ciccone: scopriamo tutti gli italiani al via

Giulio Ciccone Mont Ventoux Tour de La Provence
Giulio Ciccone a confronto con lo staff tecnico della Trek-Segafredo dopo la tappa dello Chalet Reynard, al Tour de La Provence (foto: Instagram/Trek Segafredo)
Tempo di lettura: 2 minuti

Saranno 8 i corridori nostrani impegnati da domani a domenica 21 febbraio nella 53ª edizione del Tour des Alpes Maritimes et du Var. Ad avere il maggior numero di rappresentanti italiani tra le proprie fila al via da Biot saranno Astana-Premier Tech e Trek-Segafredo. Entrambe infatti, tra gli uomini scelti per la breve corsa a tappe francese, potranno fare affidamento su due esponenti del pedale italiano.

Tour du Haut-Var: tutti gli italiani al via della corsa francese

Nella formazione kazako-canadese toccherà a Manuele Boaro e Fabio Felline tenere alto l’onore azzurro. Se il primo verosimilmente sarà impegnato nel supportare le ambizioni di Jakob Fuglsang (al debutto in stagione) magari fungendo da punto d’appoggio in qualche fuga, il secondo potrebbe provare a dire la sua in una tappa dal profilo accidentato e un finale da classica come quella con arrivo Fayence.

In casa Trek invece sia Gianluca Brambilla che soprattutto Giulio Ciccone potrebbero fare molto bene su un percorso come quello proposto dal Tour du Haut-Var e contribuire concretamente al primo successo stagionale della loro compagine.

L’abruzzese in particolare, visti il piglio e lo stato di forma palesati al Tour de La Provence, potrebbe essere grande protagonista in tutte e tre le giornate di gara considerate le numerose difficoltà altimetriche che caratterizzano le tappe della manifestazione transalpina.

Un discorso simile si sarebbe potuto fare anche per Fabio Aru, alla seconda corsa dell’anno su strada con la maglia della Qhubeka-ASSOS. Le condizioni del sardo però, tra cadute e problemi fisici riscontrati durante la precedente gara d’Oltralpe, sono tutte da verificare e dunque scopriremo solo in corsa se il nativo di Villacidro potrà essere tra i pretendenti al successo parziale in almeno una delle tappe adatte a lui.

Anche Mauro Finetto con la Delko potrebbe aspirare a far bene, mentre con tutt’altro compito invece saranno al via Diego Rosa (Arkea-Samsic) e Nicola Bagioli (B&B Hotels p/b KTM): il primo presumibilmente affiancherà Nairo Quintana nel suo debutto stagionale, il secondo al contrario, come già fatto al Tour de La Provence, cercherà di mettersi in mostra con qualche azione da lontano sperando magari nell’addormentamento del plotone per cogliere il primo trionfo nella categoria.