Savio-Conca battaglia finita: «Non correrà con noi, arriverà un ragazzo più forte»

Savio
Gianni Savio ai campionati italiani di Cittadella
Tempo di lettura: < 1 minuto

Adesso è ufficiale: Filippo Conca non passerà professionista con l’Androni Giocattoli Sidermec di Gianni Savio. La querelle tra il corridore originario di Lecco e l’Androni Giocattoli-Sidermec ha tenuto banco per diverse settimane: il giovane talento della Biesse Arvedi, assistito da Manuel Quinziato, era stato accostato alla Lotto Soudal dopo aver già firmato un regolare contratto con la formazione di Gianni Savio, scatenando le ire di quest’ultimo.

Savio: «Contento che la vicenda Conca si sia risolta in questa maniera»

La questione si è definitivamente risolta nelle ultime ore. «Filippo Conca non correrà con la nostra formazione», dichiara un Gianni Savio finalmente più rilassato raggiunto telefonicamente per quibicisport.it. «Adesso lo possiamo dire, è ufficiale. I due studi legali che hanno seguito la vicenda hanno risolto il tutto in maniera amichevole. C’è stata una transazione, diciamo così: questo testimonia ancora una volta, se mai ce ne fosse stato bisogno, che il contratto che avevamo fatto firmare a Conca era valido senza ombra di dubbio. Dove correrà il prossimo anno? Questo non posso dirlo: un po’ perché non ne ho la certezza e un po’ perché alcuni vincoli giuridici mi raccomandano di non farlo». Chiarito l’affare Conca, Gianni Savio torna a concentrarsi sull’organico della propria formazione in vista del 2021. «La prossima settimana presenteremo altri due giovani talenti. E ne abbiamo preso un altro che va a sostituire Filippo Conca. Secondo il mio modesto punto di vista, è persino più talentuoso. Comunque sono contento che la vicenda si sia risolta in questa maniera: ognuno andrà per la propria strada, meglio così».