Tour de France, 20ª tappa: CLAMOROSO, IL TOUR E’ DI POGACAR!!! Roglic scavalcato nell’ultima crono

Pogacar nell'attimo in cui realizza di avere vinto il Tour de France.

L’impensabile è accaduto. Nella giornata più intensa della storia del Tour de France, Pogacar con una cronometro fenomenale si prende la maglia gialla che sembrava intoccabile sulle spalle di Roglic.

Questa è la nuova classifica generale, in vista della passerella parigina di domani:

1Tadej PogacarSloUae Emirates84:26:33
2Primoz RoglicSloJumbo-Visma0’59”
3Richie PorteAusTrek Segafredo3’30”
4Mikel LandaSpaBahrain-McLaren5’58”
5Enric MasSpaMovistar6’07”

Roglic distrutto all’arrivo: perde nella crono 1’55” da Pogacar e perde il Tour de France!

18’08”: tempo Pogacar, 55’55”. È primo anche nella classifica di tappa.

18’04”: Pogacar nella classifica virtuale ha circa 20 secondi di vantaggio su Roglic, a cui mancano 2,5 chilometri per arrivare al traguardo.

18’01”: Pogacar fa il sorpasso!

17’57”: continua a perdere Roglic. Ora, in classifica, mantiene solo 20″ di vantaggio su Pogacar!

17.56: Dumoulin chiude in 57’16”, dieci secondi meglio di van Aert. Ora l’olandese è primo.

17’54”: grande prova di Damiano Caruso, terzo provvisorio e oramai sicuro di entrare nei primi dieci del Tour 2020, vista la pessima prova di Valverde.

17’45”: al momento, in classifica, Roglic mantiene 30″ di vantaggio su Pogacar.

17’37”: Pogacar scatenato: già preso e staccato Miguel Angel Lopez, partito due minuti prima di lui.

17’35”: wout van Aert chiude con il miglior tempo provvisorio: 28″ meglio di Cavagna.

17’33”: attenzione: al primo intermedio Roglic ha un ritardo di 13″ su Pogacar.

17’19”: van Aert sta andando forte: al secondo intermedio, alle soglie della salita, ha un ritardo di 33″ rispetto a Cavagna.

17.07: Arriva Lämna, 7° tempo con 2’12” di ritardo da Cavagna.

16.54: Wout van Aert all’intermedio ha un ritardo di 39″ su Cavagna.

16.31: è al momento di Omar Fraile la migliore performance sulla Planche des Belles Filles, con una media di 19.8km/h.

15.55: 75 corridori arrivati, 39 ancora devono partire. Al primo posto, ancora il francese Cavagna, con 57’54”.

15.22: Partito Soren Kragh Andersen, vincitore di due tappe in questo Tour de France 2020.

15.20: Questa la top-5 provvisoria:

15.12: Alessandro De Marchi (CCC Team) chiude al secondo posto provvisorio. 1’01” di ritardo da Remi Cavagna (Deceuninck-Quickstep).

15.03: Molto bene De Marchi, terzo al terzo intermedio. Lo attendiamo all’arrivo…

14.39: Anche Sagan e Cataldo sono partiti verso la Planche des Belles Filles.

14.47: Cavagna sigla il miglior tempo seguito dal compagno di squadra della Deceuninck-Quickstep, Kasper Asgreen.

14.31: Incredibile, Cavagna raggiunge e supera Tony Martin partito un minuto e trenta secondi prima di lui.

14.20: Continua a registrare ottimi tempi Remi Cavagna, primo nei tre intermedi.

Tour, i primi 50 corridori al via!

14.08: Ecco il primo corridore al traguardo, Roger Kluge!

14.06: Nuovo miglior primo intermedio firmato Remi Cavagna (Deceuninck-Quickstep).

13.58: Tony Martin al primo intermedio: secondo tempo alle spalle di Nils Politt.

13.52: Caleb Ewan cambia bicicletta ai piedi della Planche des Belles Filles. Cosa decideranno gli uomini di classifica?

13.41: Al via uno degli uomini più attesi, Tony Martin (Jumbo-Visma). Dopo aver tirato il gruppo per 19 tappe, il tedesco ha la possibilità di giocarsi le proprie carte.

13.37: Il campione del mondo Mads Pedersen (Trek-Segafredo) sulle strade della crono.

13.30: Già venti corridori stanno affrontando la prova contro il tempo.

13.25: Dopo Elia Viviani, un altro velocista alla partenza: Alexander Kristoff, prima maglia gialla del Tour de France 2020.

13.20: La maglia verde, Sam Bennett, ha iniziato la sua cronometro.

13.15: I primi corridori sono partiti! Kluge, Frison ed Ewan, tutti e tre della Lotto-Soudal.

Benvenuti alla live, minuto per minuto, della tappa numero venti del Tour de France. Oggi in programma la cronometro individuale di 36,2 chilometri con arrivo in salita sulla Planche des Belles Filles. Segui con noi la diretta integrale con aggiornamenti in tempo reale e contenuti esclusivi dalla corsa!

Dai 290 metri di Lure si arriva ai 1035 metri della Planche. La prima parte è per specialisti, ma a 6 chilometri dalla fine comincia un’altra storia. La strada si erge sotto i pedali e conduce al traguardo con una pendenza media dell’8,5%

I favoriti di oggi al Tour

Gli specialisti delle prove contro il tempo potrebbero rimanere a bocca asciutta. Prima di tutto, perché al termine di una corsa a tappe così dura, più che la specializzazione contano le energie residue. In secondo luogo, nell’ultimo tratto il percorso propone una vera e propria cronoscalata.

La prova potrebbe trasformarsi in una grande parata delle Jumbo-Visma, che ha in organico tre grandi favoriti: Primoz Roglic, che comunque come primo obiettivo avrà quello di tenere a distanza Pogacar per essere sicuro della vittoria finale; poi wout van Aert e Tom Dumoulin.

C’è curiosità attorno alla prestazione di Tadej Pogacar, chiamato all’impresa di recuperare 57″ a Roglic. Il giovane sloveno ha possibilità minime, ma classe ancora parzialmente inesplorata.

Corre solo per la vittoria di tappa Michal Kwiatkowski, con buoni trascorsi nelle crono.

www.letour.fr