Tour de France, 13ª tappa: bis di Philipsen a Pau! Battuto Van Aert

Philipsen vince a Pau la 13ª tappa del Tour de France (Foto © A.S.O. / Charly Lopez)
Tempo di lettura: 5 minuti

Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck) conquista in volata la 13ª tappa del Tour de France, battendo sul traguardo di Pau con una volata lunghissima Wout Van Aert (Visma|Lease a Bike) e Pascal Ackermann (Israel-Premier Tech). Quarto posto per la maglia verde Biniam Girmay (Intermarché-Wanty), quinto Nikias Arndt (Bahrain-Victorious). Seconda vittoria per il belga dopo una tappa corsa a ritmi folli, caratterizzata nella fase iniziale da un tentativo di fuga di oltre 20 corridori, sui quali si è poi riportato il gruppo dopo un lungo inseguimento.

Tadej Pogacar resta in maglia gialla alla vigilia dei tapponi pirenaici che i corridori affronteranno nel weekend.

ULTIMO CHILOMETRO!

17.07 (-3 km): Tappa corsa a ritmi folli ma anche oggi sarà volata. I velocisti lottano per le prime posizioni del gruppo.

17.05 (-5 km): Ci riprova Stuyven che però non trova collaborazione, gruppo ancora compatto mentre ci avviciniamo al gran finale.

17.00 (-10 km): Altri scatti in gruppo, Burgaudeau e Laporte sui riportano sulla coppia di testa ma il gruppo è vicino.

16.55 (-14 km): Restano in testa Stuyven e Van Moer mentre cede Grellier, 18” il ritardo del gruppo dove continuano gli scatti.

16.50 (-17 km): Cominciano gli scatti in testa al gruppo, ci prova Stuyven con Van Moer e Grellier ma la Visma cerca di chiudere.

16.45 (-22 km): Forcing di Campenaerts in testa al gruppo su un tratto in leggera salita, De Lie vuole mettere in difficoltà alcuni rivali. Grazie a questo ritmo il gruppo è andato a riprendere Carapaz e Johannessen, mentre si arrende Groenewegen e con lui anche Kristoff.

16.40 (-25 km): Non sembra più poter rientrare Groenewegen, che è da solo e ha oltre un minuto di ritardo dal gruppo maglia gialla. Si va dunque verso una volata senza due vincitori di tappa di questo Tour (l’olandese e Cavendish).

16.35 (-29 km): Siamo ora sulla Côte de Simacourbe, ancora 30” di vantaggio per la coppia di testa.

16.30 (-32 km): Carapaz e Johannessen hanno un vantaggio di circa 20” sul gruppo, mentre Groenewegen è segnalato a 40”.

16.25 (-37 km): Attacchi della Côte de Blachon, ci provano per la Richard Carapaz e Tobias Halland Johannessen (che passa per primo al GPM) ma il gruppo è vicino. In difficoltà Groenewegen.

16.20 (-39 km): Avviene in questo momento il ricongiungimento tra i primi due gruppi, mentre sembra tagliato definitivamente fuori Cavendish, il cui ritardo è ora di circa tre minuti.

16.15 (-43 km): Il gruppo contendente i fratelli Yates e Demare si sta avvicinando alla testa della corsa e ha un ritardo di soli 25”. Vicino ai due minuti, invece, il ritardo del gruppo di Cavendish.

16.10 (-46 km): Ripresa la fuga, la prima parte del gruppo ha 45” su un secondo troncone, a 01’35” un terzo gruppetto comprendente Cavendish.

16.05 (-50 km): Tra i corridori rimasti dietro ci sono Cavendish, Bauhaus, Gaviria, Mas e Adam Yates. Vedremo se ci sarà un ricongiungimento, intanto Cort, Kwiatkowski, Bernard e Gregoire conservano solo pochi secondi di margine.

16.00 (-56 km): Gruppo ora spezzato in tre tronconi, tutti i favoriti si trovano nella prima parte. Solo 15” il vantaggio della fuga.

15.55 (-60 km): Nuovo tentativo di ventaglio in gruppo! Pogacar, Vingegaard e Evenepoel nelle prime posizioni.

15.50 (-64 km): Vedremo quale sarà ora l’atteggiamento del gruppo, una volta ripreso Adam Yates le squadre degli uomini di classifica non hanno più interesse a tirare. Il ritmo però non è molto calato, anche perché c’è vento laterale e quindi le imboscate sono dietro l’angolo.

15.45 (-68 km): Avviene in questo momento il ricongiungimento tra il gruppo e i contrattaccanti, rimangono in testa in quattro con 01’04” di vantaggio.

15.40 (-72 km): Un indomito Abrahamsen prova ad attaccare per evitare di essere raggiunto dal gruppo, molto attivo anche De Lie ma il gruppo è molto vicino.

15.35 (-76 km): Siamo allo sprint intermedio di Nogaro e il secondo gruppo sta per essere riassorbito dal gruppo maglia gialla, 01’10” il vantaggio dei primi.

15.30 (-80 km): Aumenta il vantaggio di Cort, Kwiatkowski, Bernard e Gregorie mentre la presenza di Adam Yates sembra ancora frenare il secondo gruppo.

15.25 (-85 km): La mossa tattica di Cort si è rivelata intelligente e i quattro di testa hanno guadagnato 40” sul resto della fuga. Gruppo a 01’20” con la Jayco AlUla ancora davanti.

15.20 (-89 km): I quattro davanti si danno cambi regolari e hanno ora un vantaggio di 25” sul resto della fuga. Gruppo a 01’15”.

15.15 (-93 km): Prova ad attaccare in fuga Cort, con l’obiettivo di portare via un gruppetto. Lo seguono Kwiatkowski, Bernard e Gregoire.

15.10 (-97 km): A tirare in testa al gruppo anche corridori della Decathlon AG2R, della Cofidis e dell’Arkéa-B&B Hotels. Solo 40” ora il vantaggio dei primi.

15.00 (-106 km): Torna ora lievemente a guadagnare la fuga, situazione in continua evoluzione.

14.55 (-110 km): Guadagna ora il gruppo, che ha ridotto a 50” il suo ritardo. È evidente che la presenza di Adam Yates complichi molto i piani dei fuggitivi, perché costringe le squadre dei grandi favoriti a tirare dietro.

14.50 (-114 km): Ancora un minuto il vantaggio dei primi, mentre dietro adesso tirano manche la Ineos e la Soudal Quick-Step, che non vogliono concedere spazio a Adam Yates. Si è ritirato intanto Ayuso, in difficoltà dall’inizio della giornata.

14.45 (-118 km): Per la prima volta il vantaggio della fuga arriva ora a superare il minuto, davanti continuano a darsi cambi regolari.

14.40 (-122 km): Sfiora il minuto ora il vantaggio della fuga, anche se la Jayco AlUla non sembra volersi arrendere.

14.35 (-126 km): Guadagnano ora i 21 corridori in fuga (si è sfilato Tratnik), gruppo a 50”.

14.30 (-130 km): Ripreso il gruppetto con Pogacar e Vingegaard, 30” il vantaggio della fuga sul gruppo. Continua il braccio di ferro.

14.25 (-134 km): Il ritardo del gruppetto maglia gialla dalla fuga è di 20”, a 40” troviamo il gruppo.

14.23 (-136 km): Incredibile l’azione di squadra della Visma, si è formato ora un gruppetto con cinque corridori della squadra olandese più Pogacar, Almeida, Evenepoel, Campenaerts e Ackermann. Grande spettacolo.

14.20 (-138 km): Guadagna in questa fase la fuga, davanti si danno cambi regolari ma il gruppo non vuole mollare vista la presenza di Adam Yates tra i primi. Prova ad aprire un ventaglio in gruppo la Visma! Pogacar c’è.

14.15 (-145 km): Ecco la composizione del gruppo di testa, che ha un vantaggio di 35” sul gruppo (tirato dalla Visma|Lease a Bike). Davanti troviamo Adam Yates (UAE Team Emirates), Jan Tratnik (Team Visma|Lease a Bike), Michał Kwiatkowski (INEOS Grenadiers), Toms Skujiņš e Julien Bernard (Lidl-Trek), Matej Mohoric (Bahrain – Victorious), Kevin Geniets e Romain Grégoire (Groupama – FDJ), Axel Laurance e Mathieu Van der Poel (Alpecin – Deceuninck), Rui Costa, Neilson Powless e Marijn Van den Berg (EF Education – EasyPost), Oier Lazkano (Movistar), Brent Van Moer e Arnaud De Lie (Lotto Dstny), Hugo Houle e Jakub Fulgsang (Israel – Premier Tech), Frank Van den Broek (Team dsm-firmenich PostNL), Davide Ballerini (Astana Qazaqstan Team), Jonas Abrahamsen e Magnus Cort (Uno-X-Mobility).

14.05 (-151 km): Braccio di ferro in questa fase tra la fuga (comprendente 22 corridori) e il gruppo, tirato in questo momento dalla Jayco AlUla. Soffre Ayuso in coda, 28” il vantaggio della testa della corsa.

14.00 (-156 km): Si è formato in testa un gruppo di circa 20 corridori comprendente tra gli altri Abrahamsen, Van der Poel, De Lie e Adam Yates. Il vantaggio sul gruppo è di 35”, c’è molto vento in questa fase.

13.55 (-160 km): Iniziano subito gli scatti in testa al gruppo, tra i più attivi la maglia a pois Abrahamsen e il campione del mondo Van der Poel.

13.50 (-165 km): Partiti! Comincia ufficialmente la 13ª tappa del Tour de France!

13.40: Ci troviamo nel tratto di trasferimento lungo le vie di Agen. La maglia gialla Pogacar ride e scherza in testa al gruppo.

13.30: L’anno scorso Jasper Philipsen portò a casa quattro tappe e la maglia verde finale. Oggi Biniam Girmay ha una grande occasione per fare a sua volta il poker e rafforzare ulteriormente la leadership nella classifica a punti.

13.10: L’attuale classifica generale.

1 POGAČAR TadejUAE Team Emirates49:17:49
2 EVENEPOEL RemcoSoudal Quick-Step1:06
3 VINGEGAARD JonasTeam Visma | Lease a Bike1:14
4 ALMEIDA JoãoUAE Team Emirates4:20
5 RODRÍGUEZ CarlosINEOS Grenadiers4:40

13.00: Il Tour de France è partito da Agen l’ultima volta nel 2000. Si arrivava a Dax e a vincere fu il nostro Paolo Bettini.

12.50: Il via oggi verrà dato alle 13.50!

Ancora una tappa per velocisti, ancora un’occasione per conquistare punti importanti nella lotta alla maglia verde Da Agen a Pau i corridori dovranno percorrere in totale 165,3 chilometri con solo due Gran Premi della Montagna di quarta categoria non particolarmente impegnativi. Segui la 16ª tappa del Tour de France su quibicisport.it.