Scovate al Delfinato tre anteprime tecniche: le nuove Trek Madone, Canyon Aeroad CFR e Pinarello Dogma F

Giro del Delfinato
Le novità tecniche pizzicate al Giro del Delfinato sui social
Tempo di lettura: 2 minuti

Manca sempre meno al Tour de France e, alla partenza della prima tappa del Giro del Delfinato di ieri, si sono intraviste quelle che sembrano essere delle grandi novità per i corridori e per il mercato.

In casa Lidl-Trek è arrivato un nuovo telaio: per geometrie e per la presenza del caratteristico IsoFlow, è molto simile alla attuale Trek Madone ma con tubi nettamente più snelli. Potrebbe essere la tanto attesa nuova Emonda ma stando al nome “Madone” scritto sul tubo orizzontale non è da escludere l’ipotesi di una nuova generazione dell’iconico modello di casa Trek.

Sembra essersi aperto un nuovo capitolo pure per la tedesca Canyon Aeroad del team Movistar che mantiene le linee squadrate e aerodinamiche delle precedenti versioni ma con un nuovo manubrio, simile a quello della Grail (il modello da Gravel di Canyon), e con un tubo sterzo più spigoloso. 

Cura dimagrante anche per quella che potrebbe essere la nona generazione della Pinarello Dogma F in dotazione al team Ineos, Tubi leggermente più snelli e zona movimento centrale rivisitata in un’ottica di miglioramento dei flussi aerodinamici.