Nieri puntualizza: «Che la Q36.5 faccia o meno il Giro Next Gen, non sarò io il diesse dell’Interregionale»

Nieri
Daniele Nieri, direttore sportivo della Q36.5 Development Team
Tempo di lettura: < 1 minuto

In attesa di scoprire quali sono le squadre che parteciperanno al Giro Next Gen, in gruppo girano diverse indiscrezioni. Una di queste vorrebbe escluso dalla corsa rosa degli Under 23 anche il vivaio della Q36.5 diretto da Daniele Nieri, col giovane direttore sportivo toscano che veniva dato quasi per certo alla guida della formazione Interregionale. Niente di più sbagliato, a sentir lui.

«Intanto voglio specificare che la Q36.5 non è già fuori dal Giro Next Gen: stiamo aspettando risposte, non siamo rientrati né tra le squadre escluse né tra quelle invitate. Comunque vada, io sicuramente non sarò il direttore sportivo dell’eventuale Interregionale. Mi è stato chiesto, so che gira questa voce, ma io ho declinato. E il motivo è molto semplice: io non sono il direttore sportivo di Oioli e Mosca, i miei talenti più interessanti in ottica italiana, ma di un team internazionale. Ho anche i corridori stranieri, non posso occuparmi solo degli azzurri e lasciare a piedi gli altri. E poi non approvo l’idea dell’Interregionale: avrei capito di più una sorta di nazionale italiana promossa dalla Federazione, ecco. Se la Q36.5 non dovesse venir invitata al Giro Next Gen, vorrà dire che parteciperemo ad un’altra corsa a tappe del calendario Uci».