Tirreno-Adriatico 2024: percorso, favoriti e dove vedere la corsa in TV

Terza tappa
Il gruppo a Chieti in una foto d'archivio alla Tirreno-Adriatico con gli Appennini sullo sfondo.
Tempo di lettura: 5 minuti

Siamo a poche ore dalla partenza della 59esima edizione della Tirreno-Adriatico. La storica “Corsa dei Due Mari” andrà in scena da oggi, lunedì 4 marzo, a domenica 10, per una sfida che vede al via alcuni dei più forti corridori nel panorama mondiale. Il percorso vario e ben disegnato offrirà, nel corso di tutta la settimana, almeno un’occasione di giocarsi le proprie chance ad ogni tipologia di corridore.

🚵 Percorso

1ª Tappa – Lunedì 4 marzo | Lido di Camaiore – Lido di Camaiore (10.1 km) (ITT)

Tirreno-Adriatico
Altimetria 1ª tappa Tirreno-Adriatico 2024

2ª Tappa – Martedì 5 marzo | Camaiore – Follonica (199.5 km)

Tirreno-Adriatico
Altimetria 2ª tappa Tirreno-Adriatico 2024

3ª Tappa – Mercoledì 6 marzo | Volterra – Gualdo Tadino (224.4 km)

Tirreno-Adriatico
Altimetria 3ª tappa Tirreno-Adriatico 2024

4ª Tappa – Giovedì 7 marzo | Arrone – Giulianova (208 km)

Tirreno-Adriatico
Altimetria 4ª tappa Tirreno-Adriatico 2024

5ª Tappa – Venerdì 8 marzo | Torricella Sicura – Valle Castellana (144.9 km)

Tirreno-Adriatico
Altimetria 5ª tappa Tirreno-Adriatico 2024

6ª Tappa – Sabato 9 marzo | Sassoferrato – Cagli (Monte Petrano) (180.6 km)

Tirreno-Adriatico
Altimetria 6ª tappa Tirreno-Adriatico 2024

7ª Tappa – Domenica 10 marzo | Sassoferrato – Cagli (Monte Petrano) (180.6 km)

Tirreno-Adriatico
Altimetria 7ª tappa Tirreno-Adriatico 2024

⭐️⭐️⭐️ I favoriti

Uomini di classifica

Il grande favorito per la vittoria finale è senza dubbio il danese Jonas Vingegaard (Visma | Lease a Bike), che forte di un team ben attrezzato e di un debutto stagionale alla O Gran Camiño impressionante, sembra già in forma Tour de France. Tra gli scudieri del “Re pescatore” occhio al belga Cian Uijtdebroeks, che è all’esordio con il team olandese e potrebbe essere la mina vagante della corsa. Per quanto riguarda i principali rivali del due volte vincitore della maglia gialla ci sono Enric Mas (Movistar), Juan Ayuso (UAE Team Emirates), Jai Hindley (Bora-hansgrohe), Richard Carapaz (EF Education-EasyPost) e Simon Yates (Jayco-AlUla).

Può sicuramente ambire a una posizione di rilievo nella classifica generale anche il britannico Tao Geoghegan Hart (Lidl-Trek), di cui però non sappiamo bene le condizioni, visto che è rientrato solamente alla Volta ao Algarve dal brutto infortunio all’anca subito al Giro d’Italia 2023. Per Tao è il ritorno sulle strade italiane dopo l’orribile caduta in discesa al Giro, sulle alture di Genova. Interessante anche la coppia della Ineos-Grenadiers composta dall’olandese Thymen Arensman e il britannico Tom Pidcock. Tra chi invece è in cerca di riscatto dopo una stagione un po’ deludente, risaltano i nomi di Ben O’Connor (Decathlon AG2R La Mondiale) e Dani Martinez (Bora-hansgrohe). I due atleti, però, sono partiti molto bene in questo 2024, con il primo ha vinto la Vuelta Murcia e la 3ª tappa del UAE Tour. Mentre il secondo ha portato a casa il campionato nazionale a cronometro e due frazioni della Volta ao Algarve.

Velocisti

Quando le tappe arriveranno in volata il grande nome da seguire sarà quello di Tim Merlier (Soudal Quick-Step). Il belga ha iniziato l’anno in maniera straripante, lasciando due volte il segno all’AlUla Tour e addirittura tre (con un secondo posto) all’UAE Tour. Non è invece sembrato brillante al debutto dello scorso weekend Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck), che lo scorso anno era stato il dominatore incontrastato delle volate.

A questa Tirreno-Adriatico ci sono almeno tre tappe che sembrano potersi chiudere con un arrivo a ranghi compatti. Occasioni molto ambite, nelle quali i due velocisti belgi dovranno guardarsi le spalle da rivali di altissimo livello come l’eterno Mark Cavendish (Astana Qazaqstan), l’azzurro Jonathan Milan (Lidl-Trek), l’australiano Caleb Ewan (Jayco-AlUla) e il tedesco Phil Bauhaus (Bahrain-Victorious).

Nomi interessanti anche tra i ragazzi non di primissimo piano come l’australiano Corbin Strong (Israel-Premier Tech), il francese Axel Zingle (Cofidis), l’azzurro Simone Consonni (Lidl-Trek), il norvegese Alexander Kristoff (Uno-X), il belga Amaury Capiot (Arkéa-B&B Hotels).

Cacciatori di tappe

Parlando di arrivi a ranghi ristretti l’eritreo Biniam Girmay (Intermarché), l’azzurro Andrea Bagioli (Lidl-Trek), il danese Magnus Cort Nielsen (Uno-X), il tedesco John Degenkolb (DSM-Firmenich PostNL) e lo spagnolo Iván García Cortina (Movistar) sono gli uomini più pericolosi. Mentre per quanto riguarda la vittoria di tappa dopo diversi chilometri di fuga gli atleti più interessanti sono lo svizzero Marc Hirschi (UAE Team Emirates), il lettone Tom Skujins (Lidl-Trek), l’instancabile Alessandro De Marchi (Jayco-AlUla), l’azzurro Alberto Bettiol e l’americano Neilson Powless (EF Education-EasyPost), i francesi Julian Alaphilippe (Soudal Quick-Step) e Valentin Madouas (Groupama-FDJ) e il norvegese Søren Wærenskjold (Uno-X).

Infine, per un’impresa in una tappa di montagna, i corridori che potrebbero regalare spettacolo sono i nostri connazionali Davide Formolo (Movistar), Antonio Tiberi e Damiano Caruso (Bahrain-Victorious), il talento messicano Isaac del Toro (UAE Team Emirates), l’olandese Wout Poels (Bahrain-Victorious) l’irlandese Ben Healy (EF Education-EasyPost), il tedesco Lennard Kamna (Bora-hansgrohe), il norvegese Andreas Leknessund (Uno-X) e i transalpini Romain Gregoire (Groupama-FDJ), Guillaume Martin (Cofidis) e Romain Bardet (DSM-Firmenich PostNL).

Gli italiani

A guida della pattuglia azzurra ovviamente c’è Filippo Ganna (Ineos-Grenadiers). Il piemontese proverà a vincere la prima maglia azzurra della corsa, che sarà assegnata a chi vincerà la cronometro di apertura del Lido di Camaiore. Oltre ai grandi nomi sopra citati, a difendere i nostri colori negli sprint di gruppo ci saranno Davide Cimolai (Movistar), Andrea Vendrame (Decathlon AG2R La Mondiale), Vincenzo Albanese (Arkéa-B&B Hotels), Kristian Sbaragli e Nicolò Bonifazio (Corratec-Vini Fantini), Nicolò Parisini (Q36.5), Giovanni Lonardi (Polti-Kometa) e Filippo Fiorelli (VF Group-Bardiani CSF-Faizanè).

Mentre tra i cacciatori di tappe c’è da annotare la presenza di Lorenzo Rota (Intermarché-Wanty), Fausto Masnada (Soudal Quick-Step), Davide Piganzoli e Matteo Fabbro (Polti-Kometa), Lorenzo Fortunato (Astana Qazaqstan), Alessandro Covi (UAE Team Emirates) e Domenico Pozzovivo (VF Group-Bardiani CSF-Faizanè).

🥇 L’albo d’oro

ULTIMI 10 VINCITORI
2023 – Primož Roglič
2022 – Tadej Pogačar
2021 – Tadej Pogačar
2020 – Simon Yates
2019 – Primož Roglič
2018 – Michał Kwiatkowski
2017 – Nairo Quintana
2016 – Greg van Avermaet
2015 – Nairo Quintana
2014 – Alberto Contador

📺 Dove vedere la Tirreno-Adriatico 2024 in TV

Sarà possibile vedere la Tirreno-Adriatico 2024 in televisione su Eurosport 2 (a partire dalle ore 13:00) e su Rai 2 (dalle ore 15:00). La corsa sarà trasmessa anche in streaming su Eurosport.it, DAZN, Sky Go e Now TV (sempre a partire dalle 13:00).