MONDIALI 2023 / Milan: «Ho avuto paura di arrivare qui impreparato, Italia e Danimarca alla pari»

Jonathan Milan
Jonathan Milan, 22 anni, friulano di Buja, ha speso molto quest'anno al Giro d'Italia
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo un Giro d’Italia che lo aveva visto vincere una tappa e la maglia ciclamino, e raccogliere ben quattro secondi posti, Jonathan Milan ha corso nuovamente soltanto una volta: una settimana scarsa fa, a San Sebastian, ritirato ma comunque a disposizione della squadra (Bilbao secondo battuto solo in volata da Evenepoel, mica poco) e in cerca di ritmo. «Le fatiche del Giro sono state talmente intense che ho avuto bisogno di dieci giorni pieni senza bici, e anche una volta ripartito sentivo che il mio fisico non aveva ancora recuperato».

Eri preoccupato?

«Un po’ sì, non lo nascondo: pensavo di arrivare qui a Glasgow impreparato. L’avvicinamento è stato anomalo, ma adesso sto bene».

Bene quanto?

«Bene, non saprei quantificare né stabilire. Ma a stare bene è l’Italia, non Milan. E infatti sono carico e non vedo l’ora che arrivi domani sera. Se recuperiamo come si deve, ce la giochiamo».

Non credi che la Danimarca sia favorita?

«Sinceramente no, noi siamo in crescita e le sensazioni tra di noi oggi sono state ottime, meglio di ieri. Secondo me ieri non ci ha aiutato girare in mattinata: orario strano, il primo sforzo del giorno. No, noi e la Danimarca siamo pari».