Ceylin Alvarado torna a vincere dopo quasi due anni: «Ho attraversato il periodo più brutto della mia vita»

Ceylin del Carmen Alvarado in azione agli Europei di Col du Vam (foto: UEC/Tommaso Pelagalli/BettiniPhoto©2020)
Tempo di lettura: < 1 minuto

È passato un anno e nove mesi da quando Ceylin Del Carmen Alvarado, talento olandese del ciclocross, è riuscita a vincere di nuovo a Niel nel Superprestige venerdì scorso. Aveva alzato le braccia al cielo l’ultima volta a Bruxelles all’inizio del 2021 e da quella volta non l’aveva più fatto.

«A un certo punto sono anche caduta in una specie di depressione – rivela Alvarado all’AD – Vedevo tutto in modo negativo. Non si contano sulle dita di due mani i giorni che ho passato a piangere. È stato il periodo più brutto della mia vita. E questa non è un’esagerazione».

Nel 2019 e nel 2020, invece, per Alvarado era andato tutto alla perfezione. Fu campionessa europea, olandese e mondiale. poi il blocco improvviso dopo aver contratto il Citomegalovirus. «Ero sempre abituata a essere in testa alle corse e lottare per la vittoria. Ora ho dovuto imparare a competere nel livello medio. Ma non avrei mai dovuto farlo nella mia carriera. E non mi ci abituerò mai. La vittoria ottenuta a Niel mi dà tanta forza» dice l’argento ai Campionati Europei di Namur.