GIRO D’ITALIA / Le salite di oggi: Passo Colla e Monte Sirino

Monte Sirino
Nel 1996 Davide Rebellin s’impone dopo una lunghissima volata su Pavel Tonkov e s’impossessa della maglia rosa a Monte Sirino
Tempo di lettura: < 1 minuto

PASSO COLLA – La prima salita di oggi è il semisconosciuto Passo Colla, che vanta già due passaggi del Giro d’Italia. Entrò per la prima volta nel percorso della corsa rosa nel 1980, valicato nel corso della tappa Palinuro-Campotenese, vinta da Giambattista Baronchelli. In quell’occasione fu il veneto Simone Fraccaro, luogotenente di Beppe Saronni, a transitare in testa sul Passo Colla. Sotto lo striscione del GPM al Giro del 1996 fu invece il siciliano Maurizio De Pasquale a passare al comando, riacciuffato però subito dopo.  

MONTE SIRINO – Quarta apparizione del Monte Sirino al Giro d’Italia. Per la prima volta, però, oggi questa impegnativa salita dell’Appennino lucano non sarà traguardo di tappa. Il primo vincitore è nel 1995 lo spagnolo Laudelino Cubino, che precede di oltre un minuto Cenghialta e Frattini. La giornata è un inferno per Fondriest, che va in crisi, perde più di 5 minuti ed esce di classifica. Nel 1996 Davide Rebellin s’impone dopo una lunghissima volata su Pavel Tonkov e s’impossessa della maglia rosa, sottraendola al francese Pascal Hervé. Anche quell’anno c’è una vittima illustre: Bugno va in crisi e dà l’addio ai piani alti della classifica. Nel 1999 il successo di tappa va a Chepe González. Il colombiano precede di soli 5” Di Luca e il francese Jalabert, che conquista la maglia rosa. Poi, a seguire, Pantani, Gotti e Savoldelli, Frigo, Rebellin e Simoni.