Liegi-Bastogne-Liegi Donne: percorso, favorite e diretta tv. Cavalli e Longo Borghini per la storia

Il gruppo della Liegi-Bastogne-Liegi Donne 2021 (foto: A.S.O./Gautier Demouveaux)
Tempo di lettura: 2 minuti

La campagna del Nord è ai titoli di coda! Si chiude domenica con la Liegi-Bastogne-Liegi Donne. E se per gli uomini è la classica più antica tra tutte, nata nel 1892, per le donne, invece, è la più giovane dopo la Parigi-Roubaix. La prima edizione si è disputata infatti solo nel 2017, ma anche al femminile resta comunque la Doyenne, la Decana, per rimarcare il suo sapore antico.

Il percorso della Liegi-Bastogne-Liegi 2022 prevede per le donne un totale di 142,1 chilometri costellati da sette côtes da superare. Partenza a Bastogne e arrivo a Liegi, con punto di svolta a Spa quando mancheranno 50 chilometri esatti al traguardo. Passata infatti la cittadina termale, conosciuta anche per il circuito automobilistico Francorchamps, si entra nel vivo della corsa.

Restano tre ascese e ognuna farà la differenza, sfoltendo il gruppo prima e facendo da trampolino di lancio per qualche attaccante poi. Apre la Côte de Desnié (1,6 chilometri all’8,1% di pendenza media), in mezzo c’è la mitica Côte de la Redoute (2,1 chilometri all’8,9% di media) e infine la Côte de la Roche-Aux-Faucons (1,3 chilometri all’11%). Dallo scollinamento di quest’ultima sono tredici i chilometri in falsopiano prima dell’arrivo nel centro di Liegi. Chi vorrà provare un attacco da lontano sulla Redoute dovrà resistere in questo tratto dall’inseguimento di un gruppo ristretto, il quale punterà a giocarsi la vittoria in volata. Proprio come lo scorso anno, quando a trionfare fu Demi Vollering, cogliendo il successo che le ha fatto compiere il definitivo salto di qualità.

Le favorite

La Liegi-Bastogne-Liegi femminile ha finora parlato sempre olandese, ad eccezione del 2020 con la vittoria di Lizzie Deignan. Quest’anno la britannica non sarà al via per maternità, come assente è Anna van der Breggen che ha vinto questa corsa nel 2017 e nel 2018, ma lei perché si è ritirata la scorsa stagione.

Presenti invece Annemiek van Vleuten (Movistar) e Demi Vollering (SD Worx), vincenti rispettivamente nel 2019 e nel già citato 2021, e entrambe tra le candidate alla vittoria. La prima è ancora alla ricerca della prima affermazione nel World Tour in questa stagione, mentre la seconda ha conquistato la Freccia del Brabante e ha sfiorato il primo gradino del podio nelle Ardenne (seconda all’Amstel, terza alla Freccia Vallone).

Chi invece finora nelle Ardenne ha visto tutte dall’alto è Marta Cavalli (FDJ), che si lancia all’inseguimento di un clamoroso tris riuscito solo alla van der Breggen nel 2017. Prima ha vinto l’Amstel Gold Race sorprendendo le altre big con un colpo di mano strepitoso sul Cauberg, poi si è imposta alla Freccia Vallone divorando il Muro di Huy e stroncando la van Vleuten, e ora ha nel mirino la Liegi.

Azzurre fortemente protagoniste anche con Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo), che ha tutta la squadra per lei e dopo il trionfo alla Roubaix vuol far sua anche la Liegi. Una corsa che l’ha vista sul podio l’anno scorso con un terzo posto, prima italiana a riuscirci.

Una nostra atleta è al centro anche del trio schierato dalla Canyon-Sram: Kasia Niewiadoma, Soraya Paladin e Elise Chabbey, le quali possono avere chance di vittoria. La UAE, invece, punta su Erica Magnaldi, affiancata da Mavi Garcia.

Da non sottovalutare anche le “seconde linee” della SD Worx, cioè Chantal van den Broek-Blaak, Ashleigh Moolman e Marlen Reusser. Come le mine vaganti del Team DSM: Liane Lippert e Juliette Labous.

Dove guardare la Liegi-Bastogne-Liegi Donne in tv

Sarà possibile seguire la Liegi-Bastogne-Liegi Donne in diretta televisiva su Rai Sport dalle ore 11:35 e su Eurosport 1 dalle ore 11:25.