PRESTIGIO / Alla Vicenza Bionde esulta l’Arvedi Cycling con la volata perfetta di Mattia Pinazzi

Mattia Pinazzi vince la Vicenza-Bionde 2022 (foto: Photors.it)
Tempo di lettura: 3 minuti

Oggi andava in scena la Vicenza-Bionde, sesta prova del Prestigio Bicisport. Alla fine, come in tante altre edizioni, la vittoria se l’è giocata il gruppo compatto in volata. E lo spunto vincente l’ha trovato Mattia Pinazzi, atleta classe 2001 dell’Arvedi Cycling che quest’anno aveva già trionfato alla Gp Misano 100.

Festa in casa Arvedi Cycling! Mattia Pinazzi vince la volata della Vicenza-Bionde e si aggiudica la sua seconda vittoria stagionale!

Un arrivo al cardiopalma, che ci regala una grandissima soddisfazione in una gara difficile e prestigiosa! Mattia Pinazzi si conferma, ancora una volta, uno dei talenti emergenti del panorama italiano. Siamo orgogliosi, bravo Mattia e bravi tutti i ragazzi Arvedi Cycling che hanno corso al meglio per tutta la durata della gara. 

Si è conclusa con uno sprint furibondo la 78^ Vicenza-Bionde che ha incoronato l’emiliano Mattia Pinazzi: il portacolori della Arvedi Cycling Team con Mattia Garzara (CTF) e Davide Persico (Colpack Ballan) completa un podio di grandissima qualità per la regina delle classiche in linea riservate agli Under 23.

LA CRONACA – 156 gli atleti che hanno preso il via da Soave in una splendida giornata primaverile che si è accesa subito sulle rampe che hanno condotto al GPM del Monte Tabor: l’unica asperità di giornata ha visto transitare in prima posizione l’atleta di casa Edoardo Zamperini (Zalf) sulla cui ruota c’era però tutto il gruppo molto allungato.

Approdati sul circuito di Bionde, ad allungare è stato un terzetto composto da Marco Andreaus (CTF), Davide Persico (Colpack Ballan) e Davide Cattelan (Zalf); l’azione di questi coraggiosi come quella degli altri attaccanti di giornata non ha però trovato fortuna. Il gruppo, condotto dalle formazioni dei velocisti, infatti, non ha mai concesso più di 30″ ai fuggitivi e questo ha fatto lievitare la media di gara che, al termine dei 163,7 km in programma ha superato ampiamente i 44 km/h. A fare da eccezione è stato l’allungo tentato da Sergey Maksimovic (Carnovali), Thomas Casasola (Pedale Scaligero) e Walter Ghigino (Hopplà) che sono riusciti a guadagnare un minuto sul resto della corsa prima che, a 40 chilometri dal traguardo, il gruppo tornasse compatto.

Inevitabile quindi l’epilogo allo sprint con Mattia Pinazzi che è stato bravo a prendere la testa negli ultimi 200 metri e a non farsi più rimontare dagli avversari. Per lui, classe 2001, che ha compiuto 21 anni lunedì scorso, si tratta della seconda vittoria stagionale dopo quella conquistata a Misano Adriatico il 27 febbraio scorso.

Una giornata di grande ciclismo e di grande festa quella che ha acceso l’entusiasmo sulle strade attraversate dalla Vicenza-Bionde come testimoniano le parole del presidente dell’Us Bionde, Filippo Scipioni“Oggi questa giornata di sole e di grandi emozioni ci ha ripagato di tutti gli sforzi che abbiamo fatto anche quest’anno per allestire una manifestazione che è parte della storia del nostro territorio. Voglio ringraziare gli amministratori di Soave e di Salizzole per l’appoggio che ci hanno garantito e tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto con generosità. Un grazie particolare va ai miei vice Fabiano Fadini ed Ettore Isoli oltre che a Paolo Cazzola che con la sua passione ci spinge a dare ogni anno di più. Voglio fare i miei complimenti a tutti gli atleti perchè non si sono risparmiati e hanno regalato uno spettacolo unico al pubblico che qui non manca mai. Ha vinto Pinazzi ma tutti, dal primo all’ultimo meritano un applauso per quanto hanno fatto vedere oggi”.

Ordine d’arrivo:
1° Mattia Pinazzi (Arvedi)
che compie i 163,7 km in 3h40’58” alla media dei 44,450 km/h
2° Mattia Garzara (CTF)
3° Davide Persico (Team Colpack Ballan)
4° Alessio Portello (Zalf Euromobil Désirée Fior)
5° Davide Vignato (General Store Essegibi Curia)
6° Matteo Pongiluppi (Gallina Ecotek Lucchini)
7° Daniel Skerl (CTF)
8° Matteo Fiaschi (Hopplà Petroli Firenze)
9° Maicol Comin (Solme Olmo)
10° Giosuè Epis (Carnovali Rime Sias)