Alaphilippe “vuole farsi” un Giro: «Parteciperò un anno, è da scoprire»

Alaphilippe
Julian Alaphilippe in maglia di campione del mondo al Giro di Lombardia 2021
Tempo di lettura: 2 minuti

Un formidabile corridore, quasi da clonare per averlo in contemporanea sulle strade di gare diverse. Non è possibile, ma a Julian Alaphilippe la stoccata che manca risponde al nome di Giro d’Italia. Il Moschettiere, pluricampione del mondo, lo sa bene e dopo aver presentato il suo libro “Il mio anno arcobaleno” ha aperto alla possibilità concreta di partecipare alla Corsa Rosa. Lo spettacolo della Tirreno-Adriatico 2021, è rimasto indelebile nel cuore dei tifosi del nostro Paese. E quindi, quando lo vedremo a farsi un gran bel Giro? Loulou risponde, su quibicisport.

Julian Alaphilippe pensa al Giro d’Italia: «Una corsa che voglio fare e scoprire»

Parlando di corse a tappe, in un’intervista rilasciata a Ouest France, Alaphilippe ha parlato del Giro d’Italia, l’unica grande corsa a tappe a cui non ha ancora mai partecipato. Difficile da inserire nel programma quando si corrono sia Ardenne che la Grande Boucle, la Corsa Rosa è comunque per lui una corsa speciale e non nasconde la voglia di esserci (anche se non sarà chiaramente quest’anno). «Non so ancora quando sarà, ma ci sarà un anno Giro – spiega – È sicuro. È una corsa che voglio fare e che voglio scoprire. Voglio fare tutte le grandi corse prima della fine della mia carriera, quindi fa parte dei miei piani, assolutamente».

E sul futuro, ecco l’idea dell’iridato di Imola 2020 e Leuven 2021: «Avrò presto 30 anni, ma il giorno in cui comincerò a pensare al ritiro non sarà un buon segno. So che mi resta ancora qualche anno, se poi saranno cinque, sei o sette non so. In ogni caso, sono ancora molto motivato e questa è la cosa più importante. Il giorno in cui non sentirò più quel fuoco dentro, in cui farò fatica a darci dentro, a divertirmi in corsa o sentirò di non essere più performante, non andrò a trascinarmi in corsa. Spero che sarà il più tardi possibile»