Trek Emonda SLR 6 eTap, destinata alle grandi salite (VIDEO)

Tempo di lettura: 3 minuti

È destinata alle grandi salite ed è nata per quello, ma alla conta dei fatti la Trek Émonda si è rivelata un’allrounder di assoluto spessore. Un modello che è anche quello maggiormente utilizzato dai professionisti della Trek Segafredo, e che vediamo in questa versione già con un montaggio 2022. Si tratta della SLR 6 eTap.

Il telaio della Trek Émonda SLR

Si presenta con un telaio da meno di 700 grammi di peso, realizzato tramite il carbonio più evoluto a disposizione dei tecnici Trek, il composito Oclv 800. Una fibra più resistente del 30 per cento rispetto alla Oclv 700 che l’ha preceduta al vertice del catalogo.

A livello aerodinamico questa Émonda vanta un miglioramento in termini di attrito di 182 grammi che si traduce, sul piano, in un risparmio di 60 secondi in un’ora di traversata a 45 chilometri orari rispetto sempre alla versione precedente. Non ha magari gli stessi valori della Madone, la quale è totalmente dedita all’aerodinamica, ma di certo si fa rispettare.

L’anteriore è molto massiccio e strutturato, con geometrie identificate dalla sigla H1.5, le stesse peraltro della Madone. Non sono estreme, non richiedono sacrifici per la schiena e soprattutto consentono di montare l’integrato e tenerlo anche eventualmente più alto senza troppi sacrifici a livello estetico. Questo grazie ad un accurato studio delle linee, oltre che ovviamente del passaggio dei cavi totalmente interno.

I componenti

La versione SLR 6 eTap della Émonda è quella base con il telaio top di gamma. Costa 7.499 euro, e come assoluti punti di forza ha sicuramente l’adozione del manubrio integrato, il Bontrager Aeolus Rsl, e le ruote con cerchio in composito. Sono le Bontrager Aeolus Pro 37, da 37 millimetri di profilo, che si sono rivelati estremamente versatili su tutti i terreni.

Il gruppo è lo Sram Rival eTap Axs, elettromeccanico e a funzionamento wireless. Si tratta del modello d’ingresso della casa statunitense all’eTap, con guarnitura e leve di alluminio e misuratore di potenza integrato.

La bici pesa 7,6 chilogrammi. Con le stesse forme viene prodotto anche un telaio SL con carbonio OCLV 500, che offre ulteriori sei montaggi, e anche la ALR in alluminio.

Di seguito, il video di presentazione del collaudo che sarà pubblicato sul numero di agosto 2021 di CT Cicloturismo.

Per maggiori informazioni: www.trekbikes.com