GIRO D’ITALIA U23 / Ayuso detta ancora legge. 6° Verre, migliore degli azzurri

La gioia di Juan Ayuso sul traguardo di Campomoro. (Foto: Rodella)
Tempo di lettura: 2 minuti

Non c’è niente da fare, Juan Ayuso è il padrone assoluto di questo Giro d’Italia U23! Sulla lunghissima ascesa di Lago di Campo Moro, lo spagnolo della Colpack-Ballan detta legge e, attaccando a 6 chilometri dal traguardo finale, mette il punto esclamativo sull’edizione 2021 della corsa rosa riservata ai dilettanti.

Un ottimo David Pena è stato l’unico a riuscire a tenere il ritmo scatenato di Ayuso per alcuni chilometri, prima di soccombere anche lui alle altissime velocità dello spagnolo. Per il corridore della Colombia Tierra de Atletas, già molto distante in classifica generale (oltre 18 minuti), il ritardo all’arrivo è comunque di 30 secondi.

Volata a tre per il gradino più basso del podio in cima al Lago di Campo Moro. Henri Vandenabeele (Team Development DSM) riesce ad anticipare Thomas Gloag (Trinity Racing) e Tobias Johannessen (Uno-X Dare Development). Terzetto che taglia la linea del traguardo con 1’05” di ritardo sul vincitore Ayuso.

Buona prova del nostro Alessandro Verre (Colpack-Ballan), sesto, che si riconferma il migliore degli italiani quando la strada comincia a salire al Giro d’Italia U23. Dietro di lui Gianluca Mignolli della General Store Essegibi F.lli Curia.

Ordine d’arrivo

Classifica generale Giro d’Italia U23