Gand-Wevelgem, Van Aert rovina la festa all’Italia. Nizzolo e Trentin sul podio

Tempo di lettura: < 1 minuto

L’Italia sogna a lungo l’impresa alla Gand-Wevelgem. A svegliarla ci pensa Wout Van Aert. Il corridore della Jumbo-Visma cambia marcia allo sprint e si lascia alle spalle due “azzurri”: Giacomo Nizzolo e Matteo Trentin. Il Belgio torna alla vittoria in questa gara dopo quattro anni di digiuno. Quarto Sonny Colbrelli, davanti a Michael Matthews.

Vento protagonista nella prima parte di gara: le condizioni meteo, insieme al percorso durissimo, fanno selezione e sgretolano il gruppo. Ne fa le spese la Deceuninck Quick-Step, che non riesce a controllare la gara. Il suo capitano Sam Bennett resiste, ma è solo in testa nel gruppo che prende il comando delle operazioni e allunga su tutti gli altri. Insieme all’irlandese se ne vanno Van Aert, Nathan Van Hooydonck (Jumbo-Visma), Giacomo Nizzolo (Qhubeka Assos), Sonny Colbrelli (Bahrain-Victorious), Matteo Trentin (UAE Emirates), Michael Matthews (BikeExchange), Danny Van Poppel (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux) e Stefan Kung (Groupama-FDJ). Ai meno 15 Van Poppel e Sam Bennett cedono. Si arriva allo sprint con i corridori superstiti. Van Aert parte di potenza e resiste anche al disperato recupero dell’ottimo Nizzolo. Terzo Trentin.

L’ordine d’arrivo