Van der Poel: «Non posso vincere sempre, Pidcock è stato più forte»

Van der Poel
Mathieu Van der Poel durante l'X2O Trofee di Anversa. (foto: Twitter/X2OTrofee)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Sembrava una vittoria scontata quella di Mathieu Van der Poel a Gavere, nella prova del Superprestige di Ciclocross, eppure l’olandese non aveva fatto i conti con uno spettacolare Tom Pidcock. Il testa a testa tra i due è stato davvero incredibile, ma è il britannico ad averla spuntata.

Van der Poel ha così commentato il suo secondo posto ai microfoni di Het Nieuwsblad, riconoscendo la superiorità del suo avversario, troppo forte sul duro tracciato di Gavere. «Ad essere sinceri sono molto soddisfatto della mia prova. Pidcock è andato incredibilmente forte e ha meritato di vincere».

L’analisi del corridore della Alpecin-Fenix è lucido nella sua analisi e ricostruisce passo dopo passo i suoi errori e i meriti del britannico. «Il suo ritmo era folle, c’erano dei punti del tracciato in cui mi metteva davvero in difficoltà. Ho provato a seguirlo finché avevo le gambe per farlo. Poi ho mollato».

Ricordiamo che Van der Poel aveva vinto un giorno prima all’X2O Trofee ad Anversa con soli tre allenamenti sulle gambe. «Non posso vincere sempre tutto. Chiaramente partivo per fare doppietta, ma non è così scontato, specie quando hai degli avversari come Pidcock. Lui sarà l’uomo da battere a Namur nella seconda prova di Coppa del mondo».