Richie Porte debutterà in Australia: esordio al Festival del Ciclismo

Richie Porte, terzo al Tour de France 2020 è un nuovo corridore della Ineos-Grenadiers. (foto: A.S.O./AlexBroadway)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Reduce da un 2020 che l’ha visto per la prima volta in carriera salire sul podio al Tour de France, Richie Porte ha scelto ancor una volta l’Australia per battezzare la nuova stagione.

Contrariamente però agli anni scorsi, il tasmaniano non debutterà nel tanto amato Tour Down Under (cancellato causa Covid-19) bensì nel nuovo Festival del Ciclismo che avrà luogo attorno ad Adelaide dal 21 al 24 gennaio.

Un trionfo del ciclismo locale

Al suo fianco Porte, oltre ad altri professionisti e team locali, dovrebbe trovare anche la più importante formazione australiana, vale a dire la Mitchelton-Scott. Se tutte le previsioni della vigilia verranno quindi rispettate, in Australia andrà certamente in scena una corsa entusiasmante e decisamente allenante.

Porte per l’occasione correrà sulle strade di casa con i colori della nazionale australiana, un evento piuttosto raro se si considera che l’ultima volta in cui il portacolori della Ineos-Grenadiers ha vestito la maglia bianco-giallo-verde per una corsa a tappe in Australia è stata nel 2008.

Una presenza importante

«Sarà magnifico vedere Richie coi colori australiani per il Festival del Ciclismo», ha detto entusiasta Simon Jones, a capo del settore performance della nazionale oceanica.

«Non vediamo l’ora che questa manifestazione abbia luogo dopo un anno così frammentato per tutto lo sport».

Porte attualmente sta osservando un periodo di quarantena a Perth dopo esser rientrato in Australia con la sua famiglia. L’ex Trek-Segafredo si trasferirà poi nella sua casa in Tasmania dove trascorrerà le vacanze allenandosi prima di schierarsi al via della manifestazione che nel 2021 sostituirà il tradizionale calendario di corse australiano.