Della Casa sarà il candidato alla successione di Di Rocco nell’Uci del prossimo quadriennio

Enrico Della Casa con il presidente Uci David Lappartient ed il vice presidente Renato Di Rocco.
Tempo di lettura: < 1 minuto

Renato Di Rocco, indipendentemente dagli esiti italiani, non potrà più avere incarichi elettivi internazionali avendo superato il limite d’età per la candidatura. L’Italia verrebbe così a perdere una carica, quella di vice-presidente Uci, particolarmente importante e significativa.

Ecco dunque la necessità di trovare un’alternativa importante che possa riscuotere un importante consenso a livello internazionale. Sarà Enrico Della Casa il candidato della Federazione Italiana al prossimo congresso dell’Uci che si svolgerà in occasione dei campionati del mondo dal 18 al 26 settembre in Belgio, nelle Fiandre.

Enrico Della Casa, attualmente segretario della Uec (la federazione europea) è uno dei dirigenti più apprezzati a livello internazionale e vanta, nonostante la giovane età, un curriculum di assoluto rispetto. A candidarlo dovrà essere la Federazione Italiana e quindi sarà il nuovo presidente con il neo eletto consiglio federale a varare la nomina.

Al momento però è difficile pensare, visto il valore della persona, che la candidatura possa non essere condivisa da uno dei candidati alla presidenza. E’ probabile che il dirigente reggiano venga confermato nel suo ruolo europeo nel prossimo congresso continentale alla fine di febbraio. Poi avanzerebbe la sua candidatura all’Uci in settembre dimettendosi dall’incarico europeo.