CICLOMERCATO: Vlasov in rottura con l’Astana. La Ineos bussa alla porta

Alexander Vlasov in maglia bianca all'ultima Tirreno-Adriatico. (Foto: LaPresse/ Marco Alpozzi)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Voci di mercato vedono Aleksandr Vlasov sempre più lontano dall’Astana-Premier Tech. Il talento russo non ha infatti intenzione di rinnovare il proprio contratto con il team kazako, nonostante il suo ruolo, con l’addio di Miguel Angel Lopez, di capitano unico per i grandi Giri.

Il suo procuratore, Giuseppe Acquadro, sembra stia trattando con la Ineos-Grenadier per il trasferimento del 24enne di Vyborg. La formazione britannica andrebbe così a rinforzarsi ancora di più, presentando al Giro, al Tour o alla Vuelta corridori del calibro di Egan Bernal, Richard Carapaz, Geraint Thomas, Adam Yates, Richie Porte, Pavel Sivakov, Dani Martinez e appunto Vlasov.

Il passaggio alla Ineos potrebbe però essere bloccato dall’ingresso del nuovo co-sponsor canadese Premier Tech. Le difficoltà economiche dell’Astana sono ormai note. Vinokurov è stato costretto a ridurre il monte ingaggi, tagliando anche i salari dei corridori del 30% durante la pandemia di Covid-19. Ricordiamo che già ad inizio 2020 i pagamenti degli stipendi erano in forte ritardo.

Con questa nuova partnership, i kazaki avrebbero la possibilità di adeguare il contratto di Vlasov per fare del russo il capitano per i grandi Giri nelle prossime stagioni. Staremo a vedere come si evolverà la situazione…