Bernal, i problemi continuano: «Ho una gamba più lunga dell’altra». Previsto ancora un lungo stop

Egan Bernal, vincitore del Tour de France 2020, pedala nelle retrovie prima del ritiro. (foto: A.S.O./AlexBroadway)

Dopo il doppio ritiro forzato tra Giro del Delfinato e Tour de France, Egan Bernal torna a parlare dei problemi fisici che lo stanno affliggendo ormai da diverse settimane. Il dolore alla schiena si fa sentire e oggi, in un’intervista rilasciata ad ESPN, il classe ’97 vincitore del Tour de France 2019, ha raccontato meglio nel dettaglio da cosa è dovuto il suo problema.

«Il problema è che una gamba è più lunga dell’altra. Sto già pensando alla prossima stagione ma è un processo di recupero piuttosto lungo perché mi ha causato la scoliosi alla colonna vertebrale. Un disco nella colonna vertebrale è riuscito a perforare il nervo che corre al gluteo e scende alla gamba e purtroppo è un problema che non può essere risolto con un intervento chirurgico, ma solo con una lunga riabilitazione. Dobbiamo cercare di disinfiammare e rimettere a posto il disco che si è spostato leggermente. Purtroppo non basteranno uno o due mesi, ma ce ne vorranno molti di più perché mi possa liberare del dolore. Ora sono a Monaco per la riabilitazione. Farò del mio meglio per restare motivato in vista del prossimo anno. Ho tutta una carriera davanti, quindi non posso continuare a pensare al Tour de France che ho perso, come l’anno scorso non potevo continuare a pensare al Tour che ho vinto».