Bicisport di settembre 2018

Agosto è stato un mese ricchissimo di storie da raccontare. Dalla rincorsa inquietante di Nibali alla Vuelta, al racconto di come sua moglie Rachele ha vissuto la caduta del Tour. Aru al rientro, poi Formolo e un salto a casa di Moscon per scoprire il suo avvicinamento ai mondiali. Il Giro di Polonia vinto da Kwiatkowski e due bellissimi incontri con Pinot e De Marchi. Poi Viviani ad Amburgo. Ma è stato anche il mese dei campionati europei, con i successi in pista del quartetto maschile e della Confalonieri e gli argenti del quartetto femminile, di Viviani e Paternoster. Poi su strada i due superbi ori di Matteo Trentin e Marta Bastianelli: Italia padrona a Glasgow! Com’erano Thomas e Froome ai tempi della Barloworld? Ce lo dicono Tebaldi, Cheula e Longo Borghini, mentre Garzelli stronca l’uso dei misuratori di potenza in gara. Infine il festival degli scalatori under 23 a Capodarco, con trionfo del colombiano Rubio, che vive e si allena nel Sud Italia. Una storia da scoprire.

IN COPERTINA

L’Italia di Trentin, Viviani e Cassani

Al campionato d’Europa non c’erano le radioline. Ed ecco rifiorire il ciclismo dell’autonomia, intelligenza, coraggio...

E Nibali? Alla Vuelta col morale sotto i piedi

Aveva praticamente già chiuso la valigia quando si è abbandonato a questa lunga e delicata...

La zampata di Trentin. Così corre un campione

CAMPIONATI EUROPEI / Dopo tanta sfortuna finalmente un successo di alto valore: il titolo continentale....

Bastianelli lezione alle voraci ragazzine

CAMPIONATI EUROPEI / Ecco il racconto di un bellissimo viaggio nei pensieri e nella storia...
Please enter the Page ID of the Facebook feed you'd like to display. You can do this in either the Custom Facebook Feed plugin settings or in the shortcode itself. For example,
This message is only visible to admins.
Problem displaying Facebook posts. Backup cache in use.
Click to show error
Error: Invalid OAuth access token - Cannot parse access token Type: OAuthException
.