Nelissen: «Pogacar e Van der Poel dominano molto più di Merckx»

Pogacar
Tadej Pogacar e Mathieu Van der Poel alla Liegi-Bastogne-Liegi 2024 (foto: A.S.O./Flamme)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Confrontare ciclisti di generazioni diverse rimane un compito difficile. Tuttavia, l’ex pro olandese Danny Nelissen ha una visione chiara dei risultati del passato e di quelli di oggi. Secondo lui, il modo in cui Tadej Pogacar e Mathieu van der Poel dominano il ciclismo attuale è più impressionante della supremazia di Merckx, ha detto a Wielerrevue.

«Pogačar si avvicina a Eddy Merckx come il più grande corridore di tutti i tempi? In ogni caso, non credo che Merckx sia il miglior ciclista di sempre – ha detto Nelissen – Merckx era un vero professionista che correva contro persone che dovevano lavorare perché non potevano guadagnarsi da vivere con il loro sport. Era un po’ come nel ciclismo femminile oggi», dice in conclusione con un’affermazione che farà molto discutere.

«Si può paragonare un po’ a quello – ha detto ancora Nelissen – C’erano corridori con contratti enormi che potevano guadagnarsi da vivere con il loro sport e c’era un gruppo molto numeroso che doveva pedalare per 500 euro e maglietta e pantaloni. Tutti parlano sempre delle centinaia di vittorie di Eddy Merckx, ma bisognerebbe anche chiedersi contro chi le ha vinte».

Per Nelissen la situazione attuale del gruppo non può essere paragonata a quella di allora. Secondo lui ciò significa che oggi la concorrenza è molto più alta che in passato. «Il gruppo attualmente è composto da tutti professionisti ben pagati. E trovo la supremazia di Pogačar e Van der Poel più impressionante di quella di Merckx».