Giro Next Gen, Oioli alla tappa di casa: «Che tifo a Maggiora, sentivo solo urlare il mio nome»

Oioli
Manuel Oioli al Giro Next Gen dopo la tappa di Borgomanero
Tempo di lettura: < 1 minuto

Oggi per Manuel Oioli è stata una giornata importante. È arrivato a Borgomanero, a casa. Ad aspettarlo all’arrivo e sulla salita del circuito finale c’erano la famiglia e gli amici di una vita che facevano il suo nome. Oioli non è riuscito a ringraziarli con una vittoria, ma a lui va tutto il bene delle persone venute qui solo per lui. E a Borgomanero, oggi, ce ne erano davvero tante.

«Dov’è Manuel?», «Hai visto Manuel?», «È già passato Manuel?» si sentiva dire ad ogni passaggio del gruppo sul traguardo. Dopo l’arrivo, tutti volevano parlare con lui e Oioli ha detto queste parole.

«Sto recuperando bene dai primi giorni, sento che non sono stanco. Ho già messo gli occhi sull’ultima tappa, quella di Forlimpopoli. Mentre i prossimi giorni proverò ad andare in fuga per farmi un po’ vedere».

Quanto è emozionante concludere una tappa del Giro a casa?

«Al primo passaggio sullo strappo di Maggiora sentivo solo il mio nome. Non so nemmeno descriverlo, è stato bellissimo. So solo che nonostante fossi a tutta, sono riuscito comunque a salire con il sorriso».