È morto Dag Erik Pedersen, vincitore di tre tappe al Giro: aveva 64 anni

Dag Erik Pedersen
Dag Erik Pedersen alla Freccia Vallone 1987
Tempo di lettura: < 1 minuto

Una brutta notizia per tutti gli appassionati di ciclismo. È morto Dag Erik Pedersen, professionista dal 1981 al 1991 con le maglie della Bianchi, Murella, Ariostea, PDM, TVM e Del Tongo. A portarlo via è stato un malore mentre si trovava nella sua casa di Helgeroa in Norvegia: dopo domani avrebbe compiuto 65 anni.

Nella sua carriera ha conquistato 17 corse, tra cui tre tappe al Giro d’Italia a Cava dei Tirreni, Bardonecchia e Erba nel 1984 e 1986. Ma si segnalano anche il Giro del Lazio nel 1982 e il Giro di Norvegia nel 1984. A lanciarlo tra i professionisti è stata l’italiana Bianchi che in quell’epoca poteva contare su corridori come Tommy Prim, Giambattista Baronchelli e Silvano Contini.

Popolare personaggio televisivo, ad annunciare la sua morte è stato il fratello. «È con grande tristezza che vi informiamo che il nostro caro e amato Dag Erik Pedersen è morto lunedì 3 giugno. È morto nella sua casa di Helgeroa dopo aver accusato un malore. Ha significato molto per molti e apprezziamo infinitamente tutti coloro che pensano a noi in questo momento difficile. Noi parenti stretti chiediamo di piangere in pace e non desideriamo parlare ai media».