Caso Rebellin, gravissimo ictus per il camionista che lo uccise

Rebellin
Davide Rebellin è stato ucciso il 30 novembre 2022 a Montebello Vicentino
Tempo di lettura: < 1 minuto

Wolfgang Rieke, il camionista tedesco responsabile della morte di Davide Rebellin, è stato portato d’urgenza all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dove si trova in gravi condizioni a seguito di un ictus ischemico che lo ha colpito ieri sera. Oggi, davanti al tribunale di Vicenza, è prevista la prima udienza dibattimentale del processo per la morte del ciclista. I legali di Rieke hanno presentato istanza di rinvio per legittimo impedimento, che verrà esaminata questo pomeriggio.

L’11 marzo scorso il Tribunale di Vicenza aveva rigettato la richiesta di patteggiamento avanzata dai legali di Rieke, uguale a quella già formulata dinanzi al Giudice dell’udienza preliminare. I giudici avevano quindi dichiarato aperto il procedimento, con la fissazione per oggi della prima udienza dibattimentale, nella quale era previsto l’esame delle perizie sul luogo dell’investimento e sul Tir. La moglie, la madre e i tre fratelli di Rebellin sono già stati risarciti dalla compagnia di assicurazione del mezzo pesante. Dal 23 febbraio scorso il camionista si trovava agli arresti domiciliari in un appartamento di conoscenti in provincia di Treviso.