Tiberi prolunga il contratto con Bahrain-Victorious

Antonio Tiberi in maglia bianca all'ultima tappa del Tour of ther Alps (Photo: Massimo Fulgenzi/SprintCyclingAgency©2024)
Tempo di lettura: 2 minuti

Quale momento migliore per un annuncio importante dell’inizio del Giro d’Italia? All’alba della prima tappa della Corsa Rosa, il team Bahrain Victorious ha annunciato il prolungamento del contratto di una delle sue stelle nascenti, Antonio Tiberi.

«Sono molto felice di aver prolungato il mio contratto con la squadra fino al 2027», ha detto Tiberi dopo aver messo tutto nero su bianco venerdì in Italia. «Soprattutto perché dopo quasi un anno mi sono sentito davvero a casa qui e ho visto migliorare tantissimo la mia condizione, sia a livello fisico sia mentale. Tutti qui hanno fatto tanto per aiutarmi, sotto ogni aspetto, e con questo supporto sono entusiasta di vedere che cosa potrò fare in futuro».

Mentre aspettiamo di vedere che cosa potrà ottenere nelle prossime tre settimane, il 2024 è già stato un successo finora per Antonio Tiberi. Ha concluso la Ruta del Sol con un terzo posto la cronometro, seguito da una top ten assoluta alla Volta a Catalunya. Al Tour of the Alps del mese scorso, Tiberi è arrivato terzo assoluto e ha indossato la maglia bianca di miglior giovane.

Il 22enne ha già dimostrato di avere talento e potenziale. Il Performance Manager Vladimir Miholjević non ha dubbi su ciò che questo accordo potrebbe portare: «Per il gruppo è emozionante e un privilegio sapere di poter contare su Antonio Tiberi, è un corridore che può dare grandi cose sia in termini di risultati sia di prestazioni per la squadra. È un vero piacere lavorare con un ragazzo giovane che ha un carattere così forte. Ha già dimostrato la capacità di far fronte alla pressione e di fornire ciò che ci si aspetta da lui e altro ancora. Crediamo che vedremo progressi significativi da parte di Antonio nei prossimi anni, quindi siamo lieti di farne parte».

L’amministratore delegato Milan Erzen ritiene che Tiberi sia sulla strada giusta per diventare un corridore chiave nel gruppo nei prossimi tre anni: «Antonio ha già mostrato grandi promesse in questa stagione. Si è dedicato molto a migliorare il suo talento e ha mostrato una grande maturità, motivo per cui è il nostro leader in questo Giro. Per essere così giovane, ha già grande fiducia e qualità in classifica generale che potranno solo svilupparsi nei prossimi anni».