Tour of the Alps, Mattia Bais: «Oggi punto a mantenere la maglia, Piganzoli corre per la tappa. Mio fratello? Ha dei punti al gomito»

Bais
Mattia Bais alla partenza della quarta tappe del Tour of the Alps
Tempo di lettura: < 1 minuto

Mattia Bais ha preso la maglia blu della classifica scalatori alla prima tappa del Tour of the Alps e si presenta alla quarta frazione, quella più difficile, ancora da leader. Tornati in Italia con la tappa Laives-Borgo Valsugana, Bais ci spiega come si muoverà oggi per mantenere la maglia.

«Oggi è un vero tappone e dovrò difendermi anche se non sarà facile anche perché molti vorranno fare la corsa per riscattarsi dai giorni scorsi. Sarà una bella battaglia».

Che tattica hai pensato?

«Partirò subito all’attacco. Per mantenere la maglia mi tocca andare in fuga, vediamo se ci riesco. Io correrò per quello e Piganzoli per la tappa. Vediamo di raccogliere il massimo risultato anche perché qui corro quasi in casa, per questo ci tengo molto».

Tuo fratello Davide come sta? Lo abbiamo visto alla fine della prima tappa insanguinato che veniva medicato all’ambulanza.

«Sta abbastanza bene. Ha dei punti di sutura sul gomito, è pieno di ferite e fasciature ma nulla di rotto. Fa una settimana di riposo e poi dovrebbe esserci per la gara in Asturia e poi al Giro d’Italia».

Ci sarai anche tu al Giro?

«Speriamo. Adesso vediamo giorno per giorno. Prima pensiamo alla tappa di oggi che è molto impegnativa. Poi se vado cercherò di migliorare quel sesto posto che ho ottenuto l’anno scorso a Fossombrone».

Nel caso come ti avvicineresti alla corsa rosa?

«Domenica 21 sarò al Giro di Romagna, poi un po’ di riposo a casa a San Marino».