Giro d’Abruzzo: percorso, favoriti e dove vedere la corsa in tv

Una foto del gruppo in azione (Photo Credits: LaPresse)
Tempo di lettura: 4 minuti

Dopo una lunga assenza durata quindici anni, torna nel calendario delle corse UCI il Giro d’Abruzzo, l’ultima edizione si era corsa nel 2007 con vittoria di Luca Ascani. Si tratta di una manifestazione composta da quattro tappe (si corre da domani a venerdì) che si distendono lungo tutta la regione.

La gara toccherà tutte le province abruzzesi. Si parte dalla provincia di Chieti per andare a quella di Pescara nella prima frazione. Poi si attraversa L’Aquila nella seconda giornata e Teramo nella terza. Infine si tornerà nel capoluogo della regione (che recentemente è stata nominata Capitale Italiana della Cultura 2026) per decretare il vincitore.

🚵 Percorso

1ª Tappa – Martedì 9 aprile | Vasto – Pescara (161 km)

Giro d'Abruzzo
Altimetria 1ª tappa Giro d’Abruzzo 2024

2ª Tappa – Mercoledì 10 aprile | Alano – Magliano de’ Marsi (161 km)

Giro d'Abruzzo
Altimetria 2ª tappa Giro d’Abruzzo 2024

3ª Tappa – Giovedì 11 aprile | Pratola Peligna – Prati di Tivo (163 km)

Giro d'Abruzzo
Altimetria 3ª tappa Giro d’Abruzzo 2024

4ª Tappa – Venerdì 12 aprile | Montorio al Vomano – L’Aquila (173 km)

Giro d'Abruzzo
Altimetria 4ª tappa Giro d’Abruzzo 2024

⭐️⭐️⭐️ I favoriti

Uomini di classifica

Nonostante sia fermo dallo UAE Tour, abbandonato dopo una brutta caduta nel corso della 3ª tappa, il britannico Adam Yates (UAE Emirates Team) è il grande favorito per la vittoria finale. La squadra è indubbiamente la più forte e attrezzata per scortare il proprio capitano al successo. Il francese Pavel Sivakov e il polacco Rafa Majka saranno i suoi ultimi uomini, ma potrebbero puntare anche loro a curare la classifica generale.

Un gradino più in sotto troviamo il kazako Alexey Lutsenko (Astana Qazaqstan), che lo scorso anno vinse il Giro di Sicilia, ossia la corsa della quale il Giro d’Abruzzo ha preso il posto in calendario a causa dell’impossibilità dell’organizzazione di mettere in piedi la manifestazione. Il classe ’92 ha un team meno strutturato e molto più giovane a sua disposizione, ma potrebbe essere un avversario più ostico su questo percorso. Interessante sarà capire che apporto riuscirà a dare il colombiano Santiago Umba, capace di chiudere in top 10 il Giro Next Gen 2023.

Sicuramente l’esperienza non mancherà alla VF Group-Bardiani CSF-Faizanè, che per la classifica generale punta tutto sul 41enne Domenico Pozzovivo. Mentre sarà il neozelandese George Bennett a tentare di tenere il passo dei migliori per la Israel-Premier Tech. Tra i corridori il cui contachilometri segnala un numero piuttosto alto, ma che potrebbero fare un pensiero alla classifica generale, segnaliamo anche lo svizzero Sébastien Reichenbach (Tudor).

Velocisti

Anche il parterre dei velocisti è piuttosto interessante. Per i colori azzurri il nome più quotato è quello del piemontese Nicolò Bonifazio (Corratec-Vini Fantini), ma occhio anche Matteo Maluccelli (JCL Team Ukyo) e Filippo Fiorelli (VF Group-Bardiani CSF-Faizanè), che sono ragazzi capaci di portare a casa risultati interessanti nei finali concitati.

Per quanto riguarda i corridori stranieri, l’israeliano Itamar Einhorn (Israel-Premier Tech) e il tedesco Max Kanter (Astana Qazaqstan) sono gli atleti più blasonati.

Cacciatori di tappe

Molto folto è anche il lotto dei corridori che potrebbero conquistare una tappa, magari con una fuga o un’azione nel finale. In questo campo i nomi più interessanti sono quelli della coppia della Israel-Premier Tech, formata dal canadese Derek Gee e dall’americano Matthew Riccitello. Fermo restando che l’obiettivo principale sarà aiutare Yates a centrare la vittoria, anche il giovanissimo svizzero Jan Christen e l’azzurro Diego Ulissi (UAE Team Emirates) sono due che potrebbero ambire al bersaglio grosso in una delle quattro giornate.

Per quanto riguarda i colori azzurri Alessandro Romele (Astana Qazaqstan), Giacomo Villa (Bingo WB), Valerio Conti (Corratec-Vini Fantini), Giovanni Carboni (JCL Team Ukyo), Davide De Cassan (Polti-Kometa) Enrico Zanoncello e Filippo Magli (VF Group-Bardiani CSF-Faizanè), sono tutti atleti che hanno mostrato che, se nella giornata giusta, possono mettersi in mostra in una fuga.

Attenzione anche a corridori che hanno iniziato bene la stagione come il colombiano Diego Andrés Camargo (Petrolike) e soprattutto il tedesco Marco Brenner (Tudor), trionfatore della prima frazione della Settimana Internazionale Coppi e Bartali.

I giovani italiani

Come detto saranno diverse le squadre dilettantistiche italiane. Quindi saranno molti i giovani da tenere d’occhio in questa quattro giorni abruzzese. Tra i nomi di maggior rilievo spiccano il vincitore del Prestigio Bicisport 2023 Francesco Galimberti (Biesse Carrera), il recente dominatore della volata finale della Popolarissima Daniel Skerl (Ctf-Victorious), il 3° classificato alla San Geo Giovanni Bortoluzzi (General Store), il nipote della leggenda Mario Cipollini, Edoardo (MBH Bank Colpack Ballan), corridori dell’esperienza e del talento di Emanuele Ansaloni, Luca Cavallo e Nicolò Garibbo (Technipes #InEmiliaRomagna) e il vincitore della Coppa Caduti di Reda Tommaso Nencini (Zalf Euromobil Fior).

Interessante è anche Pavel Novak, corridore ceco classe 2004 della MBH Bank Colpack Ballan, trionfatore domenica di una corsa internazionale come il Trofeo Piva.

🥇 L’albo d’oro

ULTIMI 10 VINCITORI
2023-08 – /
2007 – Luca Ascani
2005-06 /
2004 – Aljaksandr Kučynski
2003 – Oscar Mason
2002 – Aljaksandr Kučynski
2001 – Danilo Di Luca
2000 – Daniele De Paoli
1999 – Cristian Gasperoni
1998 – Francesco Secchiari

📺 Dove vedere la Giro d’Abruzzo 2024 in TV

Il Giro d’Abruzzo 2024 sarà trasmesso in diretta tv sia in chiaro su RaiSport che per gli abbonati ad Eurosport a partire dalle 13.50. Saranno inoltre disponibili le dirette streaming su RaiPlay, Discovery+, Now TV, Dazn e Sky Go, in onda sempre dallo stesso orario.