Strade Bianche, Persico senza paura: «Una corsa che amo, spero di evitare sfortune»

UAE
Silvia Persico alla partenza della Strade Bianche 2024.
Tempo di lettura: < 1 minuto

Una delle migliori carte italiane per la Strade Bianche femminile è sicuramente Silvia Persico, l’anno scorso 4ª al Fiandre e vincitrice della Freccia del Brabante. Abbiamo intercettato Silvia all’uscita dai bus, prima della presentazione delle squadre.

Silvia, come arrivi a questa Strade Bianche?

«Direi bene, anche se ho avuto qualche problema dopo l’UAE Tour e per questo alla Omloop non è andata come speravo. Ma sto meglio, quindi spero di avere una buona giornata».

Qual è il tuo rapporto con questa corsa?

«È una corsa che amo, sicuramente una delle mie preferite, ma negli ultimi anni sono stata molto sfortunata, me ne capita sempre una. Infatti il mio miglior risultato è il decimo posto di due anni fa: quest’anno spero di evitare sfortune e problemi vari».

Con la pioggia di ieri il fango non mancherà: queste condizioni quasi “crossistiche” potrebbero aiutarti?

«Perché no, anche se sicuramente lo stato degli sterrati renderà la gara ancora più impegnativa. Tra l’altro col nuovo percorso e il circuito finale credo che cambieranno anche le strategie, forse bisognerà risparmiare un po’ le energie nei chilometri precedenti».