Strade Bianche, Oss e la prima volta da ex: «Non mi dispiace non correre oggi. Avversari per Pogacar? Dico Dani Martinez»

Daniel Oss alla presentazione delle squadre della Strade Bianche 2024
Tempo di lettura: < 1 minuto

Sul palco della presentazione delle squadre della Strade Bianche, Daniel Oss è sereno e rilassato. Quest’anno, infatti, per la prima volta non è qui in veste di corridore, e le sensazioni sono inevitabilmente diverse.

Sei contento di non correre oggi?

«Ripensando alla pioggia di ieri direi di sì, ma oggi il tempo dovrebbe essere migliore. Direi però che la Strade Bianche è sempre dura, in qualunque condizione».

A proposito di Strade Bianche bagnata, cosa ti viene in mente ripensando all’edizione 2018?

«Che all’arrivo non mi riconosceva nessuno! Avevo il fango ovunque, ma non è la più impegnativa che abbia mai fatto. Anzi, a dire la verità meglio pioggia e fango che il caldo micidiale del 2020, quando si corse ad agosto. Direi che quella è stata l’edizione peggiore in assoluto».

Parlando di oggi, invece, pensi che qualcuno possa insidiare Pogacar?

«Battere Tadej è sempre difficile, ovviamente lui è il favorito numero 1. Ma ci sono tanti corridori in forma, se devo dirne uno vado con Daniel Martinez. In Portogallo è andato fortissimo, e in più mi farebbe piacere per la Bora, squadra con cui ho corso tanti anni e che non ha mai vinto la Strade Bianche».

Vedi qualche possibilità per i nostri corridori?

«Ci spero, più che altro. Ci sono alcuni buoni nomi, per esempio Vendrame che al Laigueglia è andato forte. Come sempre sarà una gara di resistenza, conteranno molto le gambe».