La Sanremo di Poulidor? Una tortura indimenticabile

Tempo di lettura: < 1 minuto

Era il 1961 e fu in quell’anno che il campione francese vinse la Classicissima. Oggi Beppe Conti ricostruisce l’amaro percorso di Raymond, che quel giorno era già salito sull’ammiraglia per gettare la spugna. Il suo direttore sportivo lo rimise sui pedali. E poi quel vigile urbano che gli fece cambiare strada proprio a ridosso del traguardo…