Rivoluzione alle porte? Cinque squadre stanno lavorando per creare una nuova competizione

Gruppo in azione al Giro d'Italia 2023 nella 6ª tappa con arrivo a Napoli (credit: LaPresse)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Una notizia shock apre la giornata nel mondo del ciclismo: cinque squadre starebbero pensando di creare una “Superlega” con lo scopo di ottenere i diritti televisivi e ripartirsi il guadagno tra loro, stando a quanto riportato a Reuters Sports. La situazione è ancora agli inizi e non si conoscono i dettagli del progetto, ma secondo alcune voci ci sarebbe l’intenzione di creare una nuova lega con un calendario che contenga da nuove e vecchie corse. Ovviamente non è ancora chiaro se si vorrà creare una competizione parallela o collegata all’Unione Ciclistica Internazionale. Per ora è ancora tutto solo teorico, ma se si dovesse concretizzare nei prossimi mesi potrebbe rivelarsi un forte terremoto.

Tra le cinque squadre che stanno lavorando a questo progetto ci dovrebbero essere Ineos Grenadiers e Jumbo–Visma (che dal prossimo anno cambierà nome in Visma-Lease), mentre non ci sono neanche indiscrezioni chi possano essere gli altri tre team. Se questa nuova competizione dovesse prendere piede, gli investitori sono già pronti a reclutare altre formazioni.

Vedremo come si svilupperà la vicenda, ma la idea sembra seria tanto che le voci dicono che l’agenzia Ernst & Young sia stata incaricata di cercare nuovi sponsor per finanziare la nuova lega. L’incarico che potrebbe essere più semplice del previsto visto che un colosso come CVC Partners (azienda che per 10 anni ha finanziato la F1 e tutt’ora investe in diverse competizioni sportive) ha già mostrato il suo interesse.