Scheldeprijs 2023 / Percorso, favoriti e dove vedere la corsa in tv

Jasper Philipsen (nella foto vincitore dell'ultima tappa della Tirreno-Adriatico) è uno dei grandi favoriti di oggi. Foto: D'Alberto/LaPresse
Tempo di lettura: 4 minuti

Da Terneuzen, alle ore 12:45, prenderà il via una delle corse più antiche del circuito: la Scheldeprijs, arrivata ormai alla sua 111ª edizione. I corridori dovranno affrontare 205.3 km, senza salite, per raggiungere il traguardo fissato a Schoten. Le squadre sono 21 (di cui 11 World Tour), per un totale 147 corridori iscritti alla corsa.

Presenti al via tutti i vincitori degli ultimi 5 anni: Fabio Jakobsen (2018 e 2019), Caleb Ewan (2020), Jasper Philipsen (2021) e Alexander Kristoff (2022)

🔍Il fattore chiave: il Broekstraat

Gli unici ostacoli presenti in questa corsa sono i due tratti di pavé, il Sin Jobsesteenweg e il Broekstraat: il secondo verrà percorso per ben quattro volte. Trovandosi tutti i passaggi negli ultimi 60 km, con l’ultimo che si concluderà a 5 km dal traguardo, il tratto di Broekstraat è l’incognita più grande di questa corsa e l’unico posto dove poter attaccare per le poche squadre che vorranno evitare l’epilogo scontato della volata finale.

Scheldeprijs 2023
Altimetria Scheldeprijs 2023

Scheldeprijs 2023: i favoriti

⭐️⭐️⭐️ Primo Piano

Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck) – In questo inizio di stagione il belga ha mostrato di stare molto bene vincendo due volate alla Tirreno-Adriatico e dominando la Brugge-De Panne. Per questo è il grande favorito di oggi, oltre che per la confermata presenza di un Mathieu van der Poel a sua disposizione.

Fabio Jakobsen (Soudal Quick-Step) – Il corridore olandese, in questi primi mesi di corse, ha già lasciato il segno con una tappa alla Vuelta a San Juan e una alla Tirreno-Adriatico, ma non ha ancora centrato neanche il podio nelle corse di un giorno. I risultati stagionali dicono: 9° alla Kuurne-Bruxelles-Kuurne, 5° alla Brugge-De Panne, non finite la Le Samyn e la Gand. Questa corsa lui l’ha già vinta due volte e la conosce molto bene. Vincere qui potrebbe essere il modo giusto per sbloccarsi nelle corse del Nord.

Caleb Ewan (Lotto-Dstny) – Per il velocista australiano tanti secondi posti in questa stagione, qualche piazzamento, ma un solo successo, ottenuto in una corsa di inizio stagione e di minor livello come la Schwalbe Classic. In questo 2023 manca ancora un vero acuto al corridore della Soudal. Che sia questa la corsa giusta per vederlo?

⭐️⭐️  Secondo Piano

Alexander Kristoff (Uno-X Pro) – Il classe ‘87 è il campione in carica di questa corsa. Lo scorso anno chiuse la gara a braccia alzate a sette anni di distanza dal primo successo (nel 2015). Se il norvegese vuole realizzare il tris non può aspettare altri sette anni…

Dylan Groenewegen (Jayco-AlUla) – Tra i principali favoriti per questa corsa il corridore della Jayco-AlUla è l’unico a non averla mai vinta. Qui la squadra è venuto con pezzi da novanta come Stybar, Mezgec, Postlberger, proprio per proteggere l’olandese il più possibile e far si che si ritrovi nelle migliori posizioni per il finale. Poi lasciare il segno o meno su questa corsa spetta a lui.

Mark Cavendish (Astana Qazaqstan) – Ancora nessun successo con la nuova maglia per il britannico, ma solo un podio e qualche top 10 all’UAE Tour. Anzi nelle ultime gare non si è praticamente mai visto, rimediando un 150° posto alla Milano-Sanremo, due ritiri alla Brugge-De Panne e alla E3 Saxo. Cavendish non sembra ancora avere quella condizione che deve raggiungere per giocarsi le tappe in volata al Tour de France (suo grande obiettivo stagionale). Magari, in una corsa che ha già vinto tre volte (2007, 2008 e 2011), potrebbe anche ritrovarsi.

⭐️ Terzo Piano

Giacomo Nizzolo (Isreal Premier-Tech) – Il lombardo torna correre dopo i problemi di salute che lo avevano tenuto lontano per diverse gare. La squadra punta molto su di lui e per questa corsa ha portato tutto il suo treno al completo (Zabel, Reyders ed Einhorn). Dopo aver saltato la Milano-Sanremo, corsa per la quale si era tanto preparato, ora Giacomo deve cercare di trovare la miglior condizione per lasciare il segno al Giro d’Italia. Iniziare facendo bene qui sarebbe un primo passo.

Jordi Meeus (Bora-Hansgrohe) – Il belga della Bora è il favorito per vincere il premio di piazzato della stagione. Il 24enne nativo di Lommel non ha mai vinto in questo 2023, ma ha chiuso 2° al Schwalbe Classic, 3° alla Vuelta Ciclista de Murcia, 3° alla Clasica de Almeria, 2° e 3° in due tappe della Volta ao Algrave. Però con un leadout come Danny Van Poppel non è complesso essere spesso presenti nel finale…

Alberto Dainese (Team DSM) – Inizio di stagione complesso per il bergamasco che non ha corso molto in questi primi mesi, ma qualche piazzamento interessante l’ha già colto. Ora Alberto vuole tornare a sollevare le braccia.

Matteo Moschetti (Q36.5 Pro) – L’azzurro ha vinto subito con la nuova maglia la Clasica de Almeria e poi ha trovato qualche altro bel piazzamento in Italia (come il 5° posto alla Milano-Torino). Questa di oggi è una nuova importante occasione per far bene.

🥇 Albo d’oro

2022 – Alexander Kristoff
2021 – Jasper Philipsen
2020 – Caleb Ewan
2019 – Fabio Jakobsen
2018 – Fabio Jakobsen
2017 – Marcel Kittel
2016 – Marcel Kittel
2015 – Alexander Kristoff
2014 – Marcel Kittel
2013 – Marcel Kittel

📺 Scheldeprijs 2023: orari e diretta

Sarà possibile seguire il Scheldeprijs 2023 in diretta televisiva dalle ore 15.00 (con orario d’arrivo previsto per le 17.30) su Eurosport 2. Mentre in streaming sarà visibile sulle app di Discovery+GCN+Dazn e Now TV.